Pensione anticipata con opzione contributiva e 8 mesi di contributi figurativi in più: ecco il caso

Quando spettano mesi di contribuzione figurativa per le mamme in caso di pensione anticipata? Vediamo le normativa di riferimento.

Si è parlato, in concomitanza dell’allargamento della platea dei beneficiari del riscatto laurea, molto diffusamente dell’opzione contributiva, una misura ai più sconosciuta. L’opzione in questione non permette il pensionamento anticipato se non si è in possesso dei requisiti per accedere alla pensione anticipata, ma offre anche diversi benefici che non si conoscono fino in fondo.

Pensione anticipata con opzione contributiva

Una nostra lettrice ci scrive:

Buongiorno, sono in possesso di 37 anni di contributi e vorrei riscattare la laurea con il riscatto agevolato e accedere alla pensione con l’opzione contributiva (così come previsto per chi ha anni di studio che si collocano prima del 1996). La durata della mia laurea in lettere è di 4 anni e potrei riscattare questi 4 anni. Aggiungendoli ai 37 che già possiedo arrivo a 41 anni di contributi. Ho sentito che ci sono dei contributi in più per chi è mamma. Io ho 2 figli. Quando potrei andare in pensione riscattando la laurea?

Per le donne che possono scegliere l’opzione contributiva vi è il beneficio di 4 mesi di contribuzione figurativa per ogni figlio avuto (fino ad un massimo di 12 mesi per 3 figli). Nel suo caso, quindi, spetterebbero 8 mesi di contribuzione figurativa da aggiungere al suo montante contributivo.

Ricordo che è possibile fruire dell’opzione contributiva solo nel per chi è in possesso di tutti i seguenti requisiti:

• meno di 18 anni di contributi versati prima del 1996

• almeno un contributo presente prima del 1996

• almeno 5 anni di contributi versati dopo il 31 dicembre 1995

• possesso di almeno 15 anni di contributi totali

Nel suo caso, se gli anni di studio si collocano prima del 1996, unica possibilità di riscattarli in maniera agevolata è quella di scegliere l’opzione contributiva per il calcolo della pensione. Si ricorda che l’opzione contributiva va scelta al momento della richiesta del riscatto laurea.

Per quanto la riguarda, quindi, a mio avviso potrebbe già presentare domanda di pensione contestualmente a quella del riscatto laurea (mancandole solo 2 mesi di contributi una volta sommati  i 4 anni del riscatto e gli 8 mesi di contribuzione figurativa spettanti per i figli). Le ricordo, in ogni caso, che chi riscatta la laurea per accedere alla pensione non è prevista la rateizzazione dell’onere poichè all’accesso alla pensione l’importo dovuto deve essere pagato in un’unica soluzione.


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp
Per una risposta dei nostri esperti scrivi a consulenze@notizieora.it
I nostri esperti risponderanno alle domande in base alla loro rilevanza e all'originalità del quesito, rispetto alle risposte già inserite in archivio.

Patrizia Del Pidio

Giornalista pubblicista, oltre ad essere proprietaria e autrice presso Notizieora.it, collaboro da anni con la testata Orizzontescuola.it. Scrivere è da sempre la mia passione e farlo come professione è stata la realizzazione di un sogno. Esperta di fiscalità e pensioni mi piace rispondere ai quesiti che i miei lettori quotidianamente mi inviano per fare in modo che, nel mio piccolo, la burocrazia possa essere più facile e alla portata di tutti.