Pensione anticipata dai 50 in su, quando conviene e importo assegno

Andare in pensione anticipatamente da un’età di 50 in su, quali possibilità ed esempi di calcolo dell’assegno, rispondendo anche ai nostri lettori.

L’emergenza coronavirus ha colpito l’Italia e il pensiero di poter andare in pensione il prima possibile è costante. Ci arrivano molte richieste di persone che hanno superato i 50 anni e la pensione che prima sembrava lontanissima adesso sempre quasi un’esigenza. Vediamo cosa chiedono i nostri lettori e quali possibilità ci sono.

Pensione anticipata come funziona

Un lettore ci pone la seguente domanda:

  • Salve, ho 54 anni e 25 anni di contributi vorrei andare in pensione anticipata come funziona  cosa perdo e cosa prendo di pensione sono una dipendente statale grazie 

La pensione anticipata richiede un requisito contributivo di 42 e 10 mesi per gli uomini e 41 e 10 mese per le donne, indipendentemente dall’età anagrafica. Lei è ancora molto lontano da questo requisito. Arriverà prima ai 67 anni richiesti per la pensione di vecchiaia.

Forse intendeva il pensionamento con la Rendita Integrativa Temporanea anticipata (RITA) che, nel suo caso, richiede i seguenti requisiti:

Anticipo massimo di 5 anni

  •  Cessazione del rapporto di lavoro (autonomo o dipendente)
  • Non più di 5 anni alla maturazione dell’età per la pensione di vecchiaia (accessibile dal 2020 a 62 anni)
  • Requisito contributivo minimo di 20 anni
  • 5 anni di partecipazione al sistema di previdenza complementare.

Per sapere quando potrebbe percepire considerando il raggiungimento dei requisiti richiesti, abbiamo fatto un esempio:

  • Un lavoratore che si trova distante 5 anni dall’età richiesta per la RITA quindi a 62 anni e ha maturato un capitale di 50.000 euro in un fondo pensione con una percentuale da rivalutare nella RITA al 100%. Il valore annuale lordo RITA è di: € 10.000; la rata trimestrale lorda RITA è di € 2.500.

Logicamente, più il capitale è accumulato nel fondo più l’importo sarà alto.

Per maggiori informazioni su questa misura consiglio di leggere:Pensionamento con la RITA: requisiti, aspetto fiscale e convenienza, guida completa

In ultima analisi è possibile accedere alla pensione anticipata contributiva che richiede almeno 64 anni di età, almeno 20 anni di contributi e che tutti i contributi siano stati versati dopo il 31 dicembre 1995.

Quando uscire dal lavoro per il pensionamento?

  • Salve, vorrei capire quando si può andare in pensione ho 53 anni e 33 di contributi versati. Grazie

Lei può accedere alla pensionamento anticipato con 42 e 10 mesi di contributi (uomo) o 41 e 10 mesi (donna), non è richiesto nessun requisito dell’età. Il requisito contributivo è soggetto all’aspettativa di vita che al momento è bloccato fino al 2026. Inoltre, è richiesta una finestra di tre mesi dalla maturazione del requisito contributivo.

L’assegno pensionistico non subisce nessuna penalizzazione, è calcolato come una normale pensione.

Leggi: Pensionamento anticipato a quale età nel 2020?


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp
Per una risposta dei nostri esperti scrivi a consulenze@notizieora.it
I nostri esperti risponderanno alle domande in base alla loro rilevanza e all'originalità del quesito, rispetto alle risposte già inserite in archivio.

Angelina Tortora

Giornalista pubblicista, amministratore e autrice presso Notizieora.it. Ragioniera commercialista e revisore legale iscritta all'albo. Ha collaborato per molti anni con il Caf Tutela Fiscale e con la testata Investireoggi.it area Fisco e previdenza. Scrivere è passione, è vita, mi accompagna da quando ero bambina. Attraverso la scrittura posso comunicare notizie, idee e soprattutto aiutare gli altri. In un mondo dove tutto va all’incontrario, e dove tutto è confusione, il mio obiettivo è quello di diffondere notizie che aiutino. NotizieOra rappresenta la realizzazione di un sogno, dove esprimersi è libertà, è passione. “Solo attraverso la scrittura possiamo avere notizia di uomini che ci hanno preceduto e scoprire in cosa si sono distinti. E, come i classici insegnano, se si ha memoria di qualcuno, se ne protrae l’esistenza.”