Pensione anticipata docente: entro quando vanno raggiunti i requisiti?

Come funziona il pensionamento anticipato dei docenti? Entro quando vanno raggiunti i requisiti di accesso alla pensione per lasciare il lavoro il 1 settembre?

La pensione anticipata secondo la Legge Fornero si raggiunge maturando 42 anni e 10 mesi di contributi per gli uomini e 41 anni e 10 mesi di contributi per le donne. Cosa accade nelle possibilità di pensionamento, nel comparto scuola a chi non raggiunge i requisiti prima della finestra di accesso annuale del 1 settembre?

Pensione anticipata docente

Una lettrice, dipendente del comparto scuola, scrive per chiedere:

Buongiorno, sono una docente di liceo, ho compiuto 65 anni in febbraio 2020 e il primo gennaio 2020 ho raggiunto i 40 anni di servizio, compreso il riscatto degli anni di laurea.
Questo anno scolastico che sta per iniziare, 2021, compirò il primo gennaio 41 anni, i 10 mesi li compirei in ottobre 2021. Vorrei sapere se è vero che compiendoli entro il mese di dicembre ,potrei Andare in pensione senza penalizzazione economica alcuna.
Mi chiedo quale sarebbe il mio compenso mensile da pensionata, avendo solo pochi anni di servizio prima della riforma Dini, e infine quando potrei percepite la buonuscita.
In attesa di una risposta, porgo i miei cordiali saluti.

Per i dipendenti del comparto scuola si applica l’articolo 59, comma 9 della legge n. 449/1997, che così recita: “Per il personale del comparto scuola resta fermo, ai fini dell’accesso al trattamento pensionistico, che la cessazione dal servizio ha effetto dalla data di inizio dell’anno scolastico e accademico, con decorrenza dalla stessa data del relativo trattamento economico nel caso di prevista maturazione del requisito entro il 31 dicembre dell’anno.”.

Pertanto, il docente che raggiunge i requisiti di pensionamento entro il 31 dicembre può accedere alla pensione anche il 1 settembre dello stesso anno, i requisiti, infatti, saranno valutati in via prospettica per quelli che sarebbero stati maturati entro la fine dell’anno. Non sarà applicata, tra l’altro, alcuna penalizzazione all’assegno previdenziale spettante.

Per quanto riguarda, invece, l’importo della futura pensione non so risponderle perchè quest’ultimo si baserà sul montante contributivo maturato e sul coefficiente di trasformazione applicato in base all’età posseduta al momento dell’accesso alla pensione.

Stesso discorso, poi, si applica anche all’importo della buonuscita che dipenderà dalla retribuzione annuale percepita i 12 mesi precedenti all’accesso alla pensione. Su queste due cose, quindi, non avendo i dati, non posso assolutamente aiutarla.

Per approfondire consiglio la lettura dell’articolo: In pensione anticipata con contributi volontari: a chi rivolgersi?


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp

Patrizia Del Pidio

Giornalista pubblicista, oltre ad essere proprietaria e autrice presso Notizieora.it, collaboro da anni con la testata Orizzontescuola.it. Scrivere è da sempre la mia passione e farlo come professione è stata la realizzazione di un sogno. Esperta di fiscalità e pensioni mi piace rispondere ai quesiti che i miei lettori quotidianamente mi inviano per fare in modo che, nel mio piccolo, la burocrazia possa essere più facile e alla portata di tutti.