Pensione anticipata e Quota 100, divieto di cumulo per entrambe?

Pensione anticipata e pensione Quota 100, per entrambe esiste il divieto di cumulo? Cosa prevede la normativa vigente? Tutte le ultime novità.

Pensione Quota 100 e pensione anticipata, in quest’articolo esamineremo per entrambe se si è obbligati alla cessazione del rapporto di lavoro con il divieto di cumulo lavorativo, rispondendo ai quesiti dei nostri lettori:

1) Vorrei sapere se durante le finestre di 3 mesi per le pensioni anticipate, è possibile lavorare usufruendo di soli 2 mesi di blocco dell’ADV ? O se si deve obbligatoriamente starmene a casa senza reddito durante la “ FINESTRA “?

2) Buongiorno, mio marito va in pensione il 1 gennaio 2019. Con 62 anni di età e 42,6 anni di contributi. Pensione anticipata legge Fornero. Volevo sapere se il divieto di cumulo dei 62enni vale anche per chi va in pensione non con quota 100 ma con pensione anticipata normale.

Pensione anticipata

La pensione anticipata decorre dal primo giorno del mese successivo a quello di presentazione della domanda. Ai fini del conseguimento della prestazione pensionistica è richiesta la cessazione del rapporto di lavoro dipendente. Non è, invece, richiesta la cessazione dell’attività svolta in qualità di lavoratore autonomo.

Se il blocco dell’aumento dell’età pensionabile sarà attuato, i requisiti richiesti nel 2019 saranno gli stessi del 2018, ed esattamente 42 anni e 10 mesi di contributi per gli uomini e 41 e 10 mesi di contributi per le donne. Ricordiamo che l’aspettativa di vita prevede 5 mesi in più.

Pensione Quota 100

La nuova misura pensionistica, prevede che chi ha maturato entro il 31 dicembre 2018 i requisiti di 62 anni di età e 38 anni di contributi, potrà lasciare il lavoro a partire dal 1° aprile 2019. Saranno previste quattro finestre di uscite, una ogni trimestre, la prima scatta il 1° aprile 2019. Per i dipendenti pubblici, le finestre di uscita saranno due, una ogni sei mesi, quindi la prima uscita sarà il 1° ottobre 2019. La misura sarà sperimentale e avrà una durata triennale dal 2019 al 2021, con l’obiettivo d’introdurre 41 anni di contributi a partire dal 2022. Previsto il divieto di cumulo reddito/pensione, oltre i cinquemila euro annui sino al perfezionamento dell’età pensionabile di 67 anni.

Decreto a gennaio 2019

Per sapere le modalità precise di come sarà struttura la quota 100, bisogna attendere il decreto, che da ultime indiscrezioni, sarà reso noto il 10 o 12 gennaio 2019.

Per una risposta dei nostri esperti scrivi a consulenze@notizieora.it
I nostri esperti risponderanno alle domande in base alla loro rilevanza e all’originalità del quesito rispetto alle risposte già inserite in archivio


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp

Angelina Tortora

Giornalista pubblicista, amministratore e autrice presso Notizieora.it. Ragioniera commercialista e revisore legale iscritta all'albo. Ha collaborato per molti anni con il Caf Tutela Fiscale e con la testata Investireoggi.it area Fisco e previdenza. Scrivere è passione, è vita, mi accompagna da quando ero bambina. Attraverso la scrittura posso comunicare notizie, idee e soprattutto aiutare gli altri. In un mondo dove tutto va all’incontrario, e dove tutto è confusione, il mio obiettivo è quello di diffondere notizie che aiutino. NotizieOra rappresenta la realizzazione di un sogno, dove esprimersi è libertà, è passione. “Solo attraverso la scrittura possiamo avere notizia di uomini che ci hanno preceduto e scoprire in cosa si sono distinti. E, come i classici insegnano, se si ha memoria di qualcuno, se ne protrae l’esistenza.”