Pensione anticipata: guida in 8 passi e verifica TFS o TFR

Raggruppate in una guida e in un video 8 passi importanti per scegliere la pensione anticipata considerando anche il TFR o TFS da percepire.

Quale pensione scegliere per lasciare il lavoro? L’Inps viene in aiuto dei lavoratori pubblicando una guida interattiva in otto passi per i lavoratori dei settori pubblici e privati che riepiloga alcune prestazioni pensionistiche per orientarsi nella scelta.

La guida in 8 passi per scegliere la pensione su misura

L’Inps ha pubblicato una guida interattiva in 8 passi per i lavoratori che intendono anticipare il pensionamento o andare in pensione perchè hanno raggiunto i requisiti. Oltre ad illustrare tutti i passaggi secondo le scelte sulla misura pensionistica e su cosa fare controllare prima di accedere a qualsiasi forma pensione, illustra anche i vari aspetti del TFR o TFS e i passaggi da eseguire.

La guida è ben articolata e integra una sequenza logica: si parte da informazioni utili per valutare e capire la forma pensionistica a cui è possibile accedere in base ai requisiti anagrafici e contributivi, fino ad arrivare all’inoltro della domanda di pensione.  

8 passi con supporto

Nel percorso di navigazione in 8 passi la guida si offre come supporto all’utente per:

Passo 1 – verificare i requisiti, anagrafico e contributivo, per la pensione di vecchiaia e anticipata nel 2019-2020;

  Passo 2 – controllare i contributi presenti nell’Estratto conto contributivo ed eventualmente inviare segnalazioni per rettifiche;

Passo 3 – verificare se il lavoratore ha già i requisiti per accedere alla pensione anticipata: Quota 100, Opzione donna, per lavoratori cosiddetti precoci, per lavoratori addetti a lavori cd. usuranti;

Passo 4 – valutare, attraverso un simulatore, la data in cui il lavoratore potrebbe maturare i requisiti per la pensione di vecchiaia, o per la pensione anticipata, e il presunto importo dell’assegno pensionistico;

Passo 5 – valutare possibili alternative per incrementare l’anzianità contributiva e verificare se il lavoratore rientra in categorie per le quali sono previste maggiorazioni o altri benefici contributivi;

Passo 6 – valutare la possibilità di accedere alle misure di accompagnamento alla pensione: APE Sociale, assegno straordinario di sostegno al reddito, prestazioni di accompagnamento alla pensione in caso di crisi e ristrutturazione aziendale;

Passo 7 – verificare quale prestazione previdenziale a carico dell’INPS ( TFR o TFS o prestazione a carico del Fondo di Tesoreria) spetta alla cessazione del rapporto di lavoro;

Passo 8 – inviare online la domanda di pensione con il servizio presente nel portale INPS.

Video: guida pensioni in 8 passi semplici da eseguire

È possibile consultare qui la guida Inps: Guida in 8 passi


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp

Angelina Tortora

Giornalista pubblicista, amministratore e autrice presso Notizieora.it. Ragioniera commercialista e revisore legale iscritta all'albo. Ha collaborato per molti anni con il Caf Tutela Fiscale e con la testata Investireoggi.it area Fisco e previdenza. Scrivere è passione, è vita, mi accompagna da quando ero bambina. Attraverso la scrittura posso comunicare notizie, idee e soprattutto aiutare gli altri. In un mondo dove tutto va all’incontrario, e dove tutto è confusione, il mio obiettivo è quello di diffondere notizie che aiutino. NotizieOra rappresenta la realizzazione di un sogno, dove esprimersi è libertà, è passione. “Solo attraverso la scrittura possiamo avere notizia di uomini che ci hanno preceduto e scoprire in cosa si sono distinti. E, come i classici insegnano, se si ha memoria di qualcuno, se ne protrae l’esistenza.”