Pensione anticipata o quota 100: cosa conviene a livello economico?

Quanto cambia un assegno percepito con la quota 100 e uno con la pensione anticipata con una differenza tra le due prestazioni di soli 8 mesi?

Buongiorno,
volevo cortesemente sapere cosa cambia a livello retributivo se scelgo di andare in pensione con Quota 100 rispetto alla Anticipata con 42 anni e 10 mesi di contributi.

Sono nato il 04/06/1956 ed ho iniziato a lavorare come dipendente dell’industria privata dal 15/11/1976.

Attualmente sono in mobilità causa fallimento della ditta in cui lavoravo, che scadrà il 21/02/2020 e l’Inps versa al 31/01/2019 i contributi figurativi per un importo pari a 3700,00 euro mensili.

Al 31/01/2019 avevo maturato 2202 contributi e la simulazione della pensione fatta sul sito dell’Inps risultava un importo mensile lordo al 31/01/2019 di 2343,00 euro.

 Vorrei conoscere se mi conviene optare per la pensione ad aprile 2019 scegliendo quota 100 (considerando che ora percepisco l’importo della Mobilità di 850 euro mensili oppure attendere la pensione anticipata che scatterebbe a settembre 2019 (accredito dicembre 2019).La ringrazio anticipatamente se avrà il tempo e la cortesia di rispondere alla mia richiesta.

Buon lavoro e cordiali saluti.

Pensione anticipata e quota 100: cosa cambia a livello di assegno

Sia la pensione anticipata che la quota 100 prevedono assegni pensionistici calcolati nel seguente modo:

  • Per chi ha iniziato a lavorare dopo il 31 dicembre 1995 il calcolo della pensione sarà interamente contributivo.
  • Il calcolo retributivo resta per i contributi versati fino al 31 dicembre 2011 per chi aveva maturato 18 anni di contributi al 31 dicembre 1995.
  • Il calcolo retributivo per i contributi versati fino al 31 dicembre 1995 per tutti coloro che in tale data lavoravano ma non avevano maturato 18 anni di contributi.

Anticipando la pensione di 8 mesi con la quota 100, quindi, l’importo dell’assegno non cambierebbe poi molto. Se considera che per una retribuzione media annua di 30mila euro un anno di contributi in più influisce sull’assegno pensionistico di circa 30 euro, può immaginare i suoi 850 euro euro al mese per 8 mesi quanto possono influire sull’assegno pensionistico della pensione anticipata che percepirebbe a dicembre rispetto a quello percepito ad aprile con la quota 100.

La differenza è davvero irrisoria. Il mio unico consiglio è, prima di prendere qualsiasi decisione, attenda che il decreto quota 100 sia convertito in legge per non rischiare di perdere la mobilità che attualmente percepisce se opta per la quota 100.

Per essere sempre aggiornati, seguiteci su: Facebook – Twitter – Gnews – Instragram – Pinterest e WhatsApp al numero +39 3515397062

Per una risposta dei nostri esperti scrivi a consulenze@notizieora.it
I nostri esperti risponderanno alle domande in base alla loro rilevanza e all'originalità del quesito, rispetto alle risposte già inserite in archivio.

Patrizia Del Pidio

Sono attualmente direttrice responsabile della testata online Investireoggi.it e collaboro da anni con la testata Orizzontescuola.it.Scrivere è da sempre la mia passione e farlo come professione è stata la realizzazione di un sogno. Esperta di fiscalità e pensioni mi piace rispondere ai quesiti che i miei lettori quotidianamente mi inviano per fare in modo che, nel mio piccolo, la burocrazia possa essere più facile e alla portata di tutti.