Pensione anticipata prima o dopo la Naspi?

Pensione anticipata con 41 anni di contributi e lavoratore precoce, la domanda dev’essere presentata prima o dopo la Naspi? Scopriamolo

La pensione anticipata per i lavoratori precoci denominata “Quota 41” permette l’accesso con solo 41 anni di contributi a prescindere dall’età anagrafica. Il requisito contributivo non è l’unico dato richiesto. Fra le varie misure pensionistiche nel 2020 la pensione anticipata Quota 41 ha requisiti molto particolari, scopriamoli rispondendo anche alla domanda posta da un nostro lettore .

Pensione anticipata “Quota 41”: requisiti

I lavoratori precoci (coloro che hanno maturato 52 settimane di contributi prima del compimento del diciannovesimo anno di età), possono accedere alla Quota 41, ma non basta solo il lavoro precoce, ci sono dei vincoli ben precisi da rispettare. È richiesto un requisito contributivo di 41 anni indipendentemente dall’età anagrafica e l’appartenenza ad una delle seguenti tutele:

– disoccupato che da 3 mesi ha finito di percepire la naspi;
– lavoratore invalido con una percentuale del 74%;
– lavoratore caregiver che almeno da 6 mesi assiste il familiare con handicap grave (legge 104 art. 3 comma 3);
– lavoratore che svolge mansioni usuranti.

Domanda respinta perché presentata prima della fine Naspi

Un lettore ci ha scritto che le è stata respinta la pratica di pensione anticipata perché ha presentato la domanda troppo presto, vediamo di capire cos’è successo.

Buongiorno, sono disperato. In data 10 febbraio 2020 ho presentato tramite patronato domande sia per la certificazione dei requisiti, sia domanda di pensione per precoci Quota 41. Il 30 aprile 2020 mi ha telefonato l’Inps di zona dicendomi che la domanda viene respinta in quanto ho fatto richiesta 16 giorni prima della scadenza Naspi (scadeva il 26 febbraio 2020). Il patronato insiste sul fatto che la domanda è in regola in quanto non è fondamentale per il respingimento solo per il fatto che la Naspi scadesse dopo 2 settimane. Sono disoccupato, come mi devo comportare, cosa posso fare per avere la pensione? Vi ringrazio se mi aiutate .

Pensione anticipata e requisiti in “via prospettica”

Le domande di pensione anticipata per lavoratori precoci con 41 anni di contributi si possono presentare 1° marzo di ciascun anno e, comunque, non oltre il 30 novembre di ogni anno, possono ugualmente essere prese in considerazione, ma solo se residuano le necessarie risorse finanziarie.

La normativa precisa che alla presentazione della domanda di certificazione non è necessario possedere tutti i requisiti richiesti, ma solo quelli specificamente previsti per la categoria di lavoratori in cui si rientra (ad esclusione dei tre mesi dalla conclusione dell’indennità di disoccupazione), oltre, ai contributi accreditati prima del diciannovesimo anno di età (52 settimane, un anno).

Gli altri requisiti possono essere certificati dall’Inps anche “in prospettiva” e possono essere maturati entro la fine dell’anno, ad esempio, per i lavoratori che svolgono mansioni usuranti o gravose.

Una volta presentata la domanda di certificazione dei requisiti, comunica all’interessato il suo accoglimento o il diniego.

Una volta certificati i requisiti, gli interessati devono presentare domanda di pensione anticipata.

Conclusione

La domanda di pensione anticipata Quota 41, le è stata respinta perché effettivamente non erano trascorsi i tre mesi dalla conclusione della Naspi, lei può tranquillamente presentarla di nuovo alla maturazione dei requisiti,  tramite il suo patronato, entro e non oltre il 30 novembre.


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp
Per una risposta dei nostri esperti scrivi a consulenze@notizieora.it
I nostri esperti risponderanno alle domande in base alla loro rilevanza e all'originalità del quesito, rispetto alle risposte già inserite in archivio.

Angelina Tortora

Giornalista pubblicista, amministratore e autrice presso Notizieora.it. Ragioniera commercialista e revisore legale iscritta all'albo. Ha collaborato per molti anni con il Caf Tutela Fiscale e con la testata Investireoggi.it area Fisco e previdenza. Scrivere è passione, è vita, mi accompagna da quando ero bambina. Attraverso la scrittura posso comunicare notizie, idee e soprattutto aiutare gli altri. In un mondo dove tutto va all’incontrario, e dove tutto è confusione, il mio obiettivo è quello di diffondere notizie che aiutino. NotizieOra rappresenta la realizzazione di un sogno, dove esprimersi è libertà, è passione. “Solo attraverso la scrittura possiamo avere notizia di uomini che ci hanno preceduto e scoprire in cosa si sono distinti. E, come i classici insegnano, se si ha memoria di qualcuno, se ne protrae l’esistenza.”