Pensione anticipata Quota 100 si può andare in pensione nel 2019?

Pensione anticipata Quota 100, cosa cambierà nel 2019 e quando si potrà fare la domanda? Tutto quello che c’è da sapere con attenzione nel comparto scuola.

La Pensione anticipata Quota 100 non convince molti lettori, per il momento non c’è ancora niente di definitivo, analizziamo in quest’articolo cosa prevede questa misura, rispondendo ad una domanda di un nostro lettore che ci chiede:

Nel 2019 compirò 64 a dicembre e 41 anni di contributi. Insegno nella scuola primaria. Potrò andare in pensione nel settembre del 2019?

Ricordiamo, che la Quota 100, non abolisce le misure pensionistice in atto, era questa la preoccupazione di molti lettori, ma è in aggiunta ad esse, in particolare con la pensione anticipata dal 2019, si potrà andare in pensione con 42 o 43 anni e tre mesi di contributi, rispettivamente per donne e uomini, indipendentemente dall’età.

Nel programma di Governo è previsto l’abbassamento del requisito per età della pensione anticipata in 41 anni e cinque mesi, non si conosce la sua fattibilità, probabilmente non verrà attuata nel 2019. 

pensione precoci modulo AP116

Quota 100 cosa prevede

Quello che il governo lascia trapelare della quota 100, al momento, fa capire che ci saranno paletti sia per quel che riguarda l’età anagrafica sia per quel che riguarda i contributi versati: 64 anni di età e 36 anni di contributi, con un massimo di 2/3 anni di contributi figurativi. Per Sapere qualcosa di più, bisogna aspettare, anche perchè potrebbe cambiare con nuove limitazioni, vista la difficoltà di attuare la riforma pensione e le fonti di finanziamento.

Quota 100 nella scuola

Per il settore scuola, ci sono regole diverse, per esempio per la pensione di vecchiaia, il personale della scuola che compie gli anni per l’accesso tra il 1 gennaio e il 31 agosto di ogni anno c’è il collocamento in pensione d’ufficio, così come per la pensione anticipata per chi matura entro il 31 agosto i requisiti previsti per l’accesso alla prestazione.

Ma queste sono norme stabilite dal MIUR in accordo con l’Istituto previdenziale. Non possiamo sapere come sarà regolamentata la quota 100 soprattutto ora che non si sa neanche se i requisiti di accesso saranno davvero quelli che il governo ha annunciato.

Per rispondere al nostro lettore, bisogna attendere il decreto pubblicato in Gazzetta Ufficiale, ad oggi non possiamo sapere come verrà regolata. 

Per una risposta dei nostri esperti scrivi a consulenze@notizieora.it

Redazione NotizieOra

Articoli redatti dai nostri esperti di Fisco, diritto ed economia.