Pensione anticipata quota 41 precoci o quota 41 per tutti: quale prestazione spetta ai precoci?

QUale prestazione spetta ai lavoratori precoci che già hanno maturato 41 anni di contributi nel 2018? Vediamo le alternative.

Mio marito ha 41 anni e 8 mesi e ha iniziato a  lavorare da 14 anni quando andrà in pensione?

 

Suo marito avendo iniziato a lavorare a 14 anni rientra nella categoria dei lavoratori precoci che, se in possesso di determinati requisiti, possono accedere alla pensione anticipata con la quota 41 precoci.

Quota 41: quali requisiti?

Per accedere alla quota 41 precoci è necessario aver versato almeno 12 mesi di contributi derivanti da lavoro effettivo prima del compimento dei 19 anni di età, essere in possesso di 41 anni di contributi (dal 2019 saranno richiesti 41 anni e 5 mesi di contributi) e appartenere ad una delle categorie tutelate che sono:

  • disoccupati
  • caregivers
  • invalidi
  • usuranti
  • gravosi

Se suo marito non rientra in nessuna di queste categorie non può accedere alla misura destinata ai lavoratori precoci ma ci sono altre strade per il pensionamento.

Precoci: quali alternative per la pensione?

Avendo oltre 41 anni di contributi e avendo iniziato a lavorare a 14 anni di età suo marito, suppongo abbia poco più i 55 ani. Non conviene , quindi che aspetti di compiere i 62 anni necessari per l’accesso alla quota 100.

Alla maturazione dei 43 anni e 3 mesi di contributi potrà accedere alla pensione anticipata con requisiti riforma Fornero sempre che prima il governo non attui la pensione con 41 anni di contributi per tutti nel 2020, nel qual caso potrebbe accedere fin dall’entrata in vigore.

Per una risposta dei nostri esperti scrivi a consulenze@notizieora.it 

 

Per essere sempre aggiornati, seguiteci su: Facebook – Twitter – Gnews – Instragram – Pinterest e WhatsApp al numero +39 3515397062

Redazione NotizieOra

Articoli redatti dai nostri esperti di Fisco, diritto ed economia.