Pensione anticipata Quota100, il nuovo Governo: paletti più stringenti e meno risorse, ecco il restyling

Pensione anticipata Quota 100 subirà un forte restyling con palettti stringenti e risorse dimezzate, ecco cosa c’è da aspettarsi.

Il Governo Conti bis ha ottenuto la fiducia al Senato e quindi è pronto a partire con le nuove misure da mettere in atto e quelle da rivedere. Sulla pensione anticipata Quota 100 se ne sono dette tante, ma sia per il Pd che per il M5s, questa misura fa comodo e non conviene abolirla. Sarà rivista e portata avanti la fase di sperimentazione fino al 2021 per poi scomparire del tutto. Si cercherà di depotenziare la misura, con paletti più stringenti e meno risorse. In questo modo la spesa inizialmente destinata alla misura pensionistica sarà impiegata per altre risorse, ad esempio per bloccare l’aumento dell’Iva che incombe sugli italiani.

Pensione anticipata Quota 100: Governo allo studio

AL momento il nuovo Governo studia una soluzione che tuteli entrambi gli interessi. Il M5s non rinnegare una misura pensionistica voluta dall’inizio con l’accordo sottoscritto da Di Maio e Salvini. Un accordo che aveva permesso le due forze politiche contrastanti di formare il Governo con a capo il Ministro Conte.

Il nuovo Governo denominato “Conte bis”, ha fatto sapere che la quota 100 e il Reddito di cittadinanza non saranno aboliti, ma subiranno delle misure correttive. Ricordiamo che il Pd non ha mai gradito la quota 100 e vorrebbe cestinarla, frenato dai pentastellati che hanno sottoscritto un accordo con la lega (misura voluta fortemente da Salvini), e quindi che arriverà al termine della sua sperimentazione previsto per il 2021. Allo studio i due partiti che concordano sull’esperienza della quota 100 e sulla sua permanenza in via sperimentale fino al 2021 con un forte depotenziamento. Tra le tante idee messe sul tavolo tecnico nasce l’ipotesi dell’innalzamento dell’età anagrafica e diminuire le finestre di uscite attuali, in questo modo diminuirebbe la platea dei beneficiari.

Finirà nel 2020 per lasciare posto all’Ape Sociale

La quota 100 per il nuovo governo deve andare a finire. Si avvicina l’ipotesi di un rafforzamento dell’Ape Sociale, misura introdotta dai Governi del Pd, che prevede il pensionamento anticipato per una cerchia di lavoratori che si trovano in particolari tutele. A differenza della Quota 100 che è accessibile a tutti, l’Ape sociale è riservata solo a quattro tutele di lavoratori (disoccupato, invalido con il 74%; lavoratore Caregiver, lavori gravosi e usuranti). La misura scade nel 2019 ma sarà rifinanziata fino al 2022 e sostituirà la quota 100.

Pensione Quota 100 dipendenti pubblici: i 6 mesi di preavviso sono tassativi? Si può anticipare il pensionamento?


Per essere sempre aggiornati, seguiteci su: Facebook – Twitter – Gnews – Instragram – Pinterest – Youtube – contattaci su Whatsapp al nuovo numero 3516559380 - inserite questo numero in rubrica e inviarci il seguente messaggio tramite whatsapp: "notizie", vi risponderemo il prima possibile.

Angelina Tortora

Proprietaria, amministratore e autrice presso Notizieora.it. Scrivere è passione, è vita, mi accompagna da quando ero bambina. Attraverso la scrittura posso comunicare notizie, idee e soprattutto aiutare gli altri. In un mondo dove tutto va all’incontrario, e dove tutto è confusione, il mio obiettivo è quello di diffondere notizie che aiutino. NotizieOra rappresenta la realizzazione di un sogno, dove esprimersi è libertà, è passione. “Solo attraverso la scrittura possiamo avere notizia di uomini che ci hanno preceduto e scoprire in cosa si sono distinti. E, come i classici insegnano, se si ha memoria di qualcuno, se ne protrae l’esistenza.”