Pensione anticipata RITA con 61 anni di età, quali possibilità?

Una lettrice chiede come andare in pensione anticipata con la RITA, è nata nel 1957 e ha 23 anni di contributi regolarmente versati.  Analizziamo la Rendita Integrativa Temporanea Anticipata e se è possibile andare in pensione con i requisiti sopra esposti. Requisiti RITA La platea di lavoratori che possono chiedere al RITA – Rendita Integrativa […]

Una lettrice chiede come andare in pensione anticipata con la RITA, è nata nel 1957 e ha 23 anni di contributi regolarmente versati.  Analizziamo la Rendita Integrativa Temporanea Anticipata e se è possibile andare in pensione con i requisiti sopra esposti.

Requisiti RITA

Pensione

La platea di lavoratori che possono chiedere al RITA – Rendita Integrativa Temporanea anticipata, prevista nella legge di bilancio 2018, apre le porte a:

  • ai dipendenti a cui mancano al massimo cinque anni dalla pensione di vecchiaia;
  • chi accede a forme di esodo incentivato, isopensione e fondo esuberi, sempre nel paletto dei cinque anni dalla pensione di vecchiaia;
  • i percettori di APE volontario, strumento che si può cumulare con la RITA.

Il requisito contributivo richiesto per accedere alla RITA è di un minimo di 20 anni di contributi versati in gestione previdenziale obbligatoria e cinque anni versati al fondo di previdenza complementare.

Età pensionabile

Per accedere alla RITA viene richiesto un requisito fondamentale che consiste nei cinque anni dalla pensione di vecchiaia, quindi fino al 31 dicembre 2018 il requisito dell’età è pari a 66 anni e 7 mesi, mentre nel 2019 è 67 anni. Gli aumenti dell’età pensionabile, potranno dare luogo ad una rimodulazione del calcolo e dell’erogazione.

Questo signific ache nel 2018 si può accedere alla Rendita Anticipata – RITA con 61 e 7 mesi di età

Novità 2018 per i disoccupati

Per i disoccupati che si trovino in prossimità (rispettivamente di 5 0 10 anni) alla maturazione dell’età anagrafica per la pensione di vecchiaia, quale prevista al momento della presentazione dell’istanza sulla base delle disposizioni di legge, e relativa normativa attuativa, tempo per tempo vigenti. I requisiti per la rendita integrativa temporanea anticipata maturano, quindi, solamente con riferimento alla predetta tipologia di trattamento pensionistico, escludendo la possibilità che possa prendersi in considerazione, tra i requisiti per la RITA, la prossimità a eventuali pensionamenti anticipati.

Per essere sempre aggiornati, seguiteci su: Facebook – Twitter – Gnews – Instragram – Pinterest e WhatsApp al numero +39 3515397062

Redazione NotizieOra

Articoli redatti dai nostri esperti di Fisco, diritto ed economia.