Pensione casalinghe 2018, se non si hanno i 5 anni di contributi?

Pensione casalinghe 2018, come bisogna fare se si è sempre fatta la casalinga e non si hanno i contributi necessari?

Pensioni casalinghe 2018, una nostra lettrice su Facebook, ci fa la seguente domanda: per chi non ha contributi, ed è casalinga da sempre?

Cerchiamo di capire cosa fare quando non si hanno contributi versati e si vuole percepire una pensione.

Pensione casalinghe 2018, a chi è rivolta la prestazione?

Le prestazioni sono rivolte alle persone di entrambi i sessi iscritte al Fondo casalinghe che svolgono lavori di cura non retribuiti derivanti da responsabilità familiari.

Leggi anche: Pensione casalinghe 2018, la domanda a 57 anni

Chi può iscriversi al fondo?

Possono iscriversi al nuovo fondo casalinghe, i soggetti di entrambi i sessi e di età compresa fra quella prevista dalle norme sull’avviamento al lavoro 16 anni  e i 65 anni di età se:

  • svolgono lavoro in famiglia non retribuito connesso con responsabilità familiari, senza vincoli di subordinazione;
  • non sono titolari di pensione diretta;
  • non prestano attività lavorativa dipendente o autonoma per la quale sussista l’obbligo di iscrizione ad altro ente o cassa previdenziale;
  • prestano attività lavorativa part-time se, in relazione all’orario e alla retribuzione percepita, si determina una contrazione delle settimane utili per il diritto a pensione.

Come iscriversi

La domanda di iscrizione al Fondo casalinghe dev’essere presentata esclusivamente per via telematica, è possibile iscriversi direttamente attraverso l’area personale sul portale INPS, con i PIN personali oppure contattare il:

  • Contact Center Multicanale, chiamando da rete fissa il numero gratuito 803164 o il numero 06164164 da telefono cellulare, con tariffazione stabilita dal proprio gestore;
  • Patronato e tutti gli intermediari dell’Istituto – usufruendo dei servizi telematici offerti dagli stessi.

Se non ci sono problemi, all’iscrizione al fondo viene accolta automaticamente e l’interessato può iniziare i versamenti dopo aver ricevuto la comunicazione di accoglimento della richiesta, corredata dai primi bollettini di conto corrente postale predisposti per il pagamento.

Quanto si versa

L’importo dei versamenti è libero, tuttavia, versando almeno 25,82, euro verrà accreditato un mese di contribuzione.

L’INPS accrediterà per ogni anno tanti mesi di contributi quanti ne risultano dividendo l’importo complessivo versato nell’anno per 25,82 euro (se si versano in un anno 110 euro, ad esempio, i mesi accreditati saranno 4).

Il versamento può essere effettuato in qualsiasi momento dell’anno con bollettini di conto corrente postale che l’INPS invia a casa insieme alla lettera di accoglimento dell’iscrizione.

I contributi versati sono interamente deducibili dal reddito imponibile IRPEF del dichiarante, anche per i familiari fiscalmente a carico.

Se non si hanno contributi di lavoro perché si è sempre fatta la casalinga

E possibile con quesa forma pensionistica, a tutela delle casalinghe che svolgono un lavoro costante e impegnativo per la famiglia e la casa, con almeno cinque anni di contributi versati all’INPS iscrivendosi al fondo, ricevere una pensione mensile.

Si tratta di contributi volontari che permettono già all’età di 57 anni di poter far domanda, un salvadanaio costante che darà i suoi frutti.

Consiglio alla nostra lettrice di rivolgersi ad un patronato per fare l’iscrizione al fondo casalinghe, e considerare di versare i cinque anni contributi mancanti per poter fare la domanda.


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp

Angelina Tortora

Giornalista pubblicista, amministratore e autrice presso Notizieora.it. Ragioniera commercialista e revisore legale iscritta all'albo. Ha collaborato per molti anni con il Caf Tutela Fiscale e con la testata Investireoggi.it area Fisco e previdenza. Scrivere è passione, è vita, mi accompagna da quando ero bambina. Attraverso la scrittura posso comunicare notizie, idee e soprattutto aiutare gli altri. In un mondo dove tutto va all’incontrario, e dove tutto è confusione, il mio obiettivo è quello di diffondere notizie che aiutino. NotizieOra rappresenta la realizzazione di un sogno, dove esprimersi è libertà, è passione. “Solo attraverso la scrittura possiamo avere notizia di uomini che ci hanno preceduto e scoprire in cosa si sono distinti. E, come i classici insegnano, se si ha memoria di qualcuno, se ne protrae l’esistenza.”