Pensione con 10 anni di contributi o senza diritto: è possibile il rimborso dei contributi?

L’INps rimborsa i contributi versati solo in rarissimi casi. Ecco le possibilità di pensionamento per chi ha meno di 10 anni di contributi.

Cosa fare se i contributi verdati all’INPS sono troppo pochi e non danno diritto all’accesso ad una prestazione pensionistica? E’ possibile versare i contributi mancanti con l’autorizzazione ai volontari? Esistono forme pensionistiche con meno di 10 anni di contributi? E, in ultima analisi è possibile chiedere all’INPS la restituzione dei contributi versati?

Rimborso contributi versati?

Una nostra lettrice ci racconta la sua situazione chiedendoci quale strada seguire e scrive:

Sono nata 1956 ho contributi INPS poco meno10anni  commerciante ritiratasi dal lavoro perché non riuscivo a pagare  non ho diritto alla pensione  che possibilità ho  contributi volontari  oppure avere indietro i soldi versati ? Ho visto un servizio TV  di un signore che li ha riavuti dalla SIAE  è possibile?  grazie.

Per aver diritto alla pensione con meno di 10 anni di contributi dovrebbe essere in possesso dei requisiti che permettono l’accesso alla pensione di vecchiaia contributiva che richiede almeno 5 anni di contributi, almeno 71 anni di età e che i contributi, essendo una pensione contributiva, siano stati versati successivamente al 31 dicembre 1996.

Se i suoi anni di contributi sono stati, quindi, versati dal 1 gennaio 1996 (nessuno deve essere precedente a tale data) al compimento dei 71 anni può accedere alla pensione di vecchiaia contributiva.

Se non rientra in questa misura, purtroppo, non ha diritto ad alcuna pensione. Per il versamento dei contributi volontari, invece, può chiedere l’autorizzazione al versamento all’INPS, ma mancandole più di 10 anni di contributi e dovendo versare i volontari trimestralmente (non è possibile, infatti, il versamento dei volontari per periodi pregressi ma soltanto per gli anni futuri) le occorreranno, per raggiungere i 20 anni di contribuzione altri 10 anni.

L’Inps, inoltre, non rimborsa i contributi obbligatori versati: ci sono diversa sentenze che affermano proprio questa linea giurisprudenziale. I contributi obbligatori versati sono utili, potenzialmente, per l’ottenimento di una prestazione pensionistica. Se non si riesce ad accedere alla pensione l’INPS non rimborsa quanto versato. Le uniche eccezzioni sono rappresentata da versamenti erronei, nel qual caso è possibile richiedere il rimborso dei contributi. In tutti gli altri casi i contributi versati, anche se non permettono l’accesso alla pensione, non possono essere rimborsati.


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instragram - Pinterest - Youtube

Per una risposta dei nostri esperti scrivi a consulenze@notizieora.it
I nostri esperti risponderanno alle domande in base alla loro rilevanza e all'originalità del quesito, rispetto alle risposte già inserite in archivio.

Patrizia Del Pidio

Giornalista pubblicista, oltre ad essere proprietaria e autrice presso Notizieora.it, collaboro da anni con la testata Orizzontescuola.it. Scrivere è da sempre la mia passione e farlo come professione è stata la realizzazione di un sogno. Esperta di fiscalità e pensioni mi piace rispondere ai quesiti che i miei lettori quotidianamente mi inviano per fare in modo che, nel mio piccolo, la burocrazia possa essere più facile e alla portata di tutti.