Pensione con 14 anni di contributi: poche possibilità

Non ci sono molte possibilità di pensionamento per chi non possiede almeno 20 anni di contributi, vediamo perchè.

In Italia per accedere alla pensione di vecchiaia sono necessari almeno 20 anni di contributi maturati. In assenza dei 20 anni di contributi, con l’eccezione di casi specifici che rientrano nelle 3 deroghe previste dalla legge Amato e nell’opzione Dini che richiedono solo 15 anni di contributi, l’alternativa resta la pensione di vecchiaia contributiva che richiede almeno 5 anni di contributi ed è riservata soltanto a coloro che rientrano nel contributivo puro.

Pensione con 14 anni di contributi

Una nostra lettrice ci chiede:

Buongiorno
Vorrei sapere se possibile, avendo 12 anni di contributi (1985 al 1997) e 2 anni di mobilità (1998 al 2000) e poi dal 2009 Invalida al 100%,cosa posso fare ? Attualmente ho solo l’invalidità civile €287€
In attesa
Distinti saluti

Purtroppo, come affermato in apertura di articolo, per la pensione in Italia occorrono almeno 20 anni di contributi. E’ possibile accedere con le pensioni quindicenni in deroga, che richiedono, però, almeno 15 anni di contributi e requisiti abbastanza precisi che non le elenco visto che, comunque di anni di contributi ne ha solo 14 e, quindi, in ogni caso non rientrerebbe.

Esiste poi la possibilità di accedere alla pensione di vecchiaia contributiva con soli 5 anni di contributi minimi versati ma questa possibilità è riservata a chi rientra interamente nel sistema contributivo (o ha iniziato a versare contributi dopo il 31 gennaio 1995 o può optare per il computo nella gestione separata). Nel suo caso, a meno che non sia iscritta alla gestione separata potendo optare per il computo, i contributi sono presenti anche prima del 1996 e, quindi questo tipo di pensionamento non è accessibile.

Che alternativa le resta? Appurato che pur avendo versato una parte di contributi non potrà accedere a nessuna pensione al compimento dei 67 anni le alternative sono due: o versa i contributi mancanti per arrivare ai 20 anni (dovrebbero essere 6 anni) facendosi autorizzare al versamento dei contributi volontari, di modo che al compimento dell’età anagrafica richiesta possa accedere alla pensione di vecchiaia, o aspetta la trasformazione della pensione di invalidità in assegno sociale.


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp
Per una risposta dei nostri esperti scrivi a consulenze@notizieora.it
I nostri esperti risponderanno alle domande in base alla loro rilevanza e all'originalità del quesito, rispetto alle risposte già inserite in archivio.

Patrizia Del Pidio

Giornalista pubblicista, oltre ad essere proprietaria e autrice presso Notizieora.it, collaboro da anni con la testata Orizzontescuola.it. Scrivere è da sempre la mia passione e farlo come professione è stata la realizzazione di un sogno. Esperta di fiscalità e pensioni mi piace rispondere ai quesiti che i miei lettori quotidianamente mi inviano per fare in modo che, nel mio piccolo, la burocrazia possa essere più facile e alla portata di tutti.