Pensione con 18 anni di contributi: a 67 anni mi spetta?

Con soli 18 anni di contributi l’accesso alla pensione di vecchiaia a 67 anni non è possibile, vediamo quali sono le alternative.

Quali sono le opportunità per chi non raggiunge i 20 anni di contributi minimi richiesti per accedere alla pensione di vecchiaia? E’ possibile accedere alla pensione con soli 18 anni di contributi? E quali potrebbero essere le soluzioni più convenienti per avere una rendita dopo i 67 anni? Cerchiamo di capire le possibilità della nostra lettrice che ci chiede: Avendo lavorato dal 1999 al 2017 in un impresa di pulizie chiedo considerando che ho 66 anni….a 67 anni  con quanto andrò in pensione????

Pensione con 18 anni di contributi

Come è facilmente desumibile dall’introduzione non sempre è facile centrare un pensionamento con meno di 20 anni di contributi. Il problema principale va ricercato nel fatto che la pensione di vecchiaia ordinaria, quella che si ottiene al compimento dei 67 anni di età, necessita di almeno 20 anni di contribuzione versata nel corso della propria vita lavorativa.

Nel suo caso, purtroppo, gli anni di contributi versati sono soltanto 18 e questo le nega l’opportunità di accedere alla pensione di vecchiaia Legge Fornero. Escludendo la possibilità di accedere, in deroga alla legge Fornero con le pensioni quindicenni, nelle quali credo che non rientri, le possibilità per lei potrebbero essere due.

Da una parte attendere il compimento dei 71 anni per poter accedere alla pensione di vecchiaia contributiva che richiede, oltre al compimento dell’età anagrafica, almeno 5 anni di contributi. Questa misura, poi, richiede che l’intero montante contributivo ricada, interamente, nel sistema di calcolo contributivo (e nel suo caso è così poichè tutti i contributi versati dopo il 31 dicembre 1996 sono collocati nel sistema contributivo). 

In questo caso per avere la sua pensione, quindi, dovrebbe attendere altri 5 anni. Un’altra strada percorribile è quella dei contributi volontari: in questo caso potrebbe, dopo aver chiesto l’autorizzazione al versamento, pagare i 2 anni di contributi che le mancano per i requisiti di pensione di vecchiaia e raggiungere, di conseguenza, il pensionamento al compimento dei 68 anni (i contributi volontari, infatti, non possono essere versati in un’unica soluzione ma vanno pagati trimestralmente e questo le richiederà, circa, 2 anni).


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp
Per una risposta dei nostri esperti scrivi a consulenze@notizieora.it
I nostri esperti risponderanno alle domande in base alla loro rilevanza e all'originalità del quesito, rispetto alle risposte già inserite in archivio.

Patrizia Del Pidio

Giornalista pubblicista, oltre ad essere proprietaria e autrice presso Notizieora.it, collaboro da anni con la testata Orizzontescuola.it. Scrivere è da sempre la mia passione e farlo come professione è stata la realizzazione di un sogno. Esperta di fiscalità e pensioni mi piace rispondere ai quesiti che i miei lettori quotidianamente mi inviano per fare in modo che, nel mio piccolo, la burocrazia possa essere più facile e alla portata di tutti.