Pensione con Ape sociale una fregatura? Chiarimenti

L’Ape sociale non è una fregatura ma non è accessibile da tutti i lavoratori. Vediamo quali sono i requisiti specifici richiesti.

L’Ape sociale, prorogata anche il 2020 dalla nuova legge di Bilancio, permette il pensionamento a 63 con 30 o 36 anni di contributi a determinate categorie di lavoratori bisognose di tutela. Non tutti i lavoratori, quindi, possono accedere al pensionamento con l’Ape sociale. Vediamo quali sono i requisiti per poterne avere diritto.

Ape sociale: requisiti per il diritto

Un nostro lettore, sconcertato, ci scrive:

Ape social ..una fregatura…io ho 64 anni  33 anni di servizio contribuito..in poste italiane……e non mi tocca …respinta ma che senso ha…….scrivete che bastano 63 anni e  30 anni di contributi…..ma non è cosi…..mi spiegate gentilmente..Che legge e….. Potrete aiutarmi..

L’Ape sociale, come abbiamo anticipato anche nell’apertura dell’articolo, non è una misura aperta a tutti i lavoratori in possesso di requisito anagrafico e contributivo, ma richiede anche l’appartenenza ad una specifica categoria di lavoratori bisognosa di tutela.

Le categorie che possono beneficiare  della misura sono:

  • lavoratori disoccupati che hanno finito di fruire da almeno 3 mesi dell’indennità di disoccupazione spettante
  • lavoratori invalidi con percentuale pari o superiore al 74%
  • lavoratori che si prendono cura di un familiare con grave disabilità in base alla legge 104, articolo 3, comma 3
  • lavoratori addetti a mansioni gravose
  • lavoratori addetti a lavori usuranti

Se lei non appartiene a nessuna di queste tipologie di lavoratori sopra descritte, pur possedendo i 63 anni di età e gli anni di contributi richiesti non può accedere all’Ape sociale. Non abbiamo mai scritto che bastano soltanto i 63 anni e i 30 anni di contributi ma abbiamo sempre specificato che occorre anche l’appartenenza alla categoria di lavoratori tutelati.

Purtroppo nel suo caso, l’unica alternativa di pensionamento (se non vuole accedere all’anticipo pensionistico con l’Ape volontario che scade il 31 dicembre 2019) è con la pensione di vecchiaia al compimento dei 67 anni di età (a cui aggiungere, eventualmente, aumento dell’età pensionabile per adeguamento alla speranza di vita Istat).


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Per una risposta dei nostri esperti scrivi a consulenze@notizieora.it
I nostri esperti risponderanno alle domande in base alla loro rilevanza e all'originalità del quesito, rispetto alle risposte già inserite in archivio.

Patrizia Del Pidio

Giornalista pubblicista, oltre ad essere proprietaria e autrice presso Notizieora.it, collaboro da anni con la testata Orizzontescuola.it. Scrivere è da sempre la mia passione e farlo come professione è stata la realizzazione di un sogno. Esperta di fiscalità e pensioni mi piace rispondere ai quesiti che i miei lettori quotidianamente mi inviano per fare in modo che, nel mio piccolo, la burocrazia possa essere più facile e alla portata di tutti.