Pensione con meno di 20 anni di contributi: deroghe alla legge Fornero

Andare in pensione con meno di 20 anni di contributi è possibile, basta trovare la deroga giusta. Ecco varie deroghe alla legge Fornero che lo permettono.

Quando non si è riusciti a maturare 20 anni di contributi utili per andare in pensione, quali alternative al pensionamento ci sono? È la domanda che ci pone un nostro lettore: Salve, io non ho 20 anni di contributi e ho 60 anni di età, posso avere qualcosa? Oppure che potrei fare? Grazie.  Analizziamo quali possibilità hanno i lavoratori che non sono riusciti a maturare un requisito contributivo minimo di 20 anni.

Pensione con meno di 20 anni di contributi: le deroghe

Ci sono diversi tipi di pensionamento che richiedono meno anni di contributi per accedere alla pensione di vecchiaia, come ad esempio le deroghe Amato alla legge Fornero che permettono di accedere alla pensione di vecchiaia con soli 15 anni di contributi se in possesso di determinati requisiti. Per approfondire e sapere quali sono i requisiti richiesti dalle 3 deroghe Amato si può leggere il seguente articolo: In pensione con 15 anni di contributi in deroga alla Legge Fornero.

Per chi ha meno di 15 anni di contributi 

Per chi, invece, non fosse in possesso neanche dei 15 anni di contributi richiesti dalle deroghe o non fosse in possesso dei requisiti richiesti per accedere, un’altra possibilità per accedere al pensionamento con meno di 20 anni di contributi è con la pensione di vecchiaia contributiva che, seppur richiede 70 anni e 7 mesi di età, come requisito contributivo richiede soltanto almeno 5 anni di contributi.

Anche in questo caso, però, essendo una pensione contributiva, ci sono dei requisiti da rispettare: per approfondire l’argomento è possibile leggere l’articolo Pensione con 5 anni di contributi: quando è possibile?.

L’alternativa l’assegno sociale

Per chi non rientrasse in nessuna di queste due forme di pensionamento, poi, l’alternativa potrebbe essere l’assegno sociale, ma soltanto se si rientra tra coloro che sono in difficoltà economiche e rispettano i limiti reddituali imposti annualmente dalla legge al riguardo: per approfondire si può leggere l’articolo Assegno sociale 2018: cambia l’età e gli importi, tutte le novità.

Contributi volontari per sanare i buchi contributi e arrivare alla pensione

È possibile pagare i contributi volontari per coprire i buchi contributi per pote accedere alla pensione, sia anticipata sia di vecchiaia.

Si possono coprire con i contributi volontari i seguenti periodi:

  • non svolge alcun tipo di attività lavorativa dipendente o autonoma (compresa quella parasubordinata);
  • ha chiesto brevi periodi di aspettativa non retribuita per motivi familiari o di studio;
    ha un contratto part-time orizzontale o verticale.

Questa misura permette per chi ha pochi mesi o anni che mancano al raggiungimento dell’anzianità contributiva di pagare a suo carico la parte mancante e assicurarsi una forma di pensionamento adeguata. 

Abbiamo redatto una guida completa dove è possibile trovare tutte le informazioni: Buchi contributivi, il riscatto contributi una valida soluzione

Conclusione

Le consiglio di verificare se entra nelle deroghe sopra menzionate. Le ho esposto anche la possibilità del versamento dei contributi volontari, questa misura è onerosa per il lavoratore, di solito viene presa in considerazione quando mancano meno anni al raggiungimento del requisito contributivo. 

Per una risposta dei nostri esperti scrivi a consulenze@notizieora.it
I nostri esperti risponderanno alle domande in base alla loro rilevanza e all'originalità del quesito, rispetto alle risposte già inserite in archivio.

Angelina Tortora

Scrivere è passione, è vita, mi accompagna da quando ero bambina. Attraverso la scrittura posso comunicare notizie, idee e soprattutto aiutare gli altri. In un mondo dove tutto va all’incontrario, e dove tutto è confusione, il mio obiettivo è quello di diffondere notizie che aiutino. NotizieOra rappresenta la realizzazione di un sogno, dove esprimersi è libertà, è passione. “Solo attraverso la scrittura possiamo avere notizia di uomini che ci hanno preceduto e scoprire in cosa si sono distinti. E, come i classici insegnano, se si ha memoria di qualcuno, se ne protrae l’esistenza.”