Pensione contributiva a 64 anni: è possibile anticiparla con la RITA?

Con la Rita è possibile ancitipare la pensione contributiva a 64 anni?

Per i lavoratori che possono vantare una contribuzione interamente contributiva  esiste la possibilità di pensionamento con 64 anni di età e solo con 20 anni di contributi grazie alla pensione anticipata contributiva. La misura può essere fruita o da coloro che hanno iniziato a versare i contributi dopo il 31 dicembre 1995 o da coloro che possono utilizzare il computo nella gestione separata.

Pensione anticipata contributiva a 64 anni

Un nostro lettore ci scrive:

Buongiorno dottoressa Del Pidio trovo i suoi articoli molto ben fatti e Lei molto competente, ho giusto visto oggi il suo intervento sulla pensione contributiva a 64 con computo gestione separata. Mi permetto di disturbarla per una domanda, secondo lei, con questa formula è possibile usufruire della Rita, e quindi anticipare i 64 di 5 anni? La ringrazio per l’attenzione.

Come abbiamo anticipato sopra, la pensione contributiva a 64 anni è una pensione anticipata di cui possono fruire determinate categorie di lavoratori: chi non ha mai lavorato prima del 1 gennaio 1996 e chi, possedendo contributi nella gestione separata e rispettando determinate regole, può fruire del computo in gestione separata che può essere approfondito nell’articolo: Pensione contributiva a 64 con computo gestione separata: ecco come.

La Rita, invece, permette di anticipata di 5 anni se si è ancora in servizio, o di 10 anni per lavoratori disoccupati da almeno 24 mesi, rispetto alla pensione di vecchiaia. L’accesso alla Rita, quindi, permette il pensionamento di coloro che hanno versato almeno 5 anni di contributi in un fondo previdenziale complementare a 62 anni se ancora occupati, a 57 anni per i disoccupati da almeno 24 mesi.

Le due misure, purtroppo, non sono cumulabili. La normativa che regola la fruizione della RITA, infatti specifica che l’anticipo in questione è soltanto rispetto all’età pensionabile per accedere alla prestazione di vecchiaia (nel 2019 sono richiesti 67 anni per accedere alla pensione di vecchiaia).


Per essere sempre aggiornati, seguiteci su: Facebook – Twitter – Gnews – Instragram – Pinterest – Youtube – contattaci su Whatsapp al nuovo numero 3516559380 - inserite questo numero in rubrica e inviarci il seguente messaggio tramite whatsapp: "notizie", vi risponderemo il prima possibile.

Per una risposta dei nostri esperti scrivi a consulenze@notizieora.it
I nostri esperti risponderanno alle domande in base alla loro rilevanza e all'originalità del quesito, rispetto alle risposte già inserite in archivio.

Patrizia Del Pidio

Giornalista pubblicista, oltre ad essere proprietaria e autrice presso Notizieora.it, collaboro da anni con la testata Orizzontescuola.it.Scrivere è da sempre la mia passione e farlo come professione è stata la realizzazione di un sogno. Esperta di fiscalità e pensioni mi piace rispondere ai quesiti che i miei lettori quotidianamente mi inviano per fare in modo che, nel mio piccolo, la burocrazia possa essere più facile e alla portata di tutti.