Pensione contributiva a 71 anni, quando se ne ha diritto?

La pensione di vecchiaia contributiva a 71 anni non è un’opzione aperta a tutti. Serve rispettare una condizione ben precisa per poterne fruire.

Per chi non riesce a centrare il requisito contribuivo minimo di 20 anni richiesto per la pensione di vecchiaia vi è la possibilità di accedere alla pensione di vecchiaia contributiva al compimento dei 71 anni di età. Questa misura, infatti,  richiede soltanto 5 anni minimi di contributi ma bisogna rispettare una condizione ben precisa per poterne beneficiare.

Pensione di vecchiaia contributiva a 71 anni

La pensione di vecchiaia contributiva, che richiede il compimento dei 71 anni di età, è una misura alla quale è consentito l’accesso con almeno 5 anni di contributi. Sembrerebbe la pensione adatta a tutti coloro che non sono riusciti a versare i 20 anni di contributi ma non è proprio così. La pensione di cui stiamo parlando, infatti, essendo una pensione contributiva richiede il rispetto di una specifica condizione: tutti i contributi versati devono essere nel sistema contributivo puro e questo avviene solo in 2 casi:

  • quando sono stati versati a partire dal 1 gennaio 1996
  • quando è possibile scegliere il computo nella gestione separata INPS.

Appare chiaro, quindi, che la possibilità non è aperta a tutti ma limitata ad una platea di beneficiari abbastanza ristretta.

Cercherò, ora, di rispondere alle domande di due lettori che chiedono se hanno il diritto di accedere alla pensione a 71 anni:

  • Chiedo per mia moglie oggi anni 67 contributi prima del 1989 versati per anni 11 chiedo se le spetta la pensione a 71 anni?? Io percepisco una pensione appena sotto i mille euro siamo solo noi due in casa affitto nessuna proprietà vorrei sapere se le spetta qualche cosa. Grazie resto in attesa Vs.risposta .Auguro buona giornata e Buon lavoro

Purtroppo sua moglie ha versato contributi prima del 1996 e, a meno che non abbia una posizione aperta nella gestione separata INPS, non ha diritto alla pensione di vecchiaia contributiva a 71 anni. Se riesce, però a riscattare almeno 4 anni di contributi collocati prima del 1996 (anni di studio per la laurea, per esempio) potrebbe accedere alla pensione quindicenne in deroga in bas alla prima deroga Amato. Le consiglio di informarsi presso un patronato per capire se l’operazione appare possibile.

  • Prendo un assegno sociale da due anni di 453euro,ho 69anni sono una p.iva autonomo,ho versato contributi fino al 1996 circa 16anni ho diritto a quella contributiva ,grazie

La pensione contributiva spetta di diritto a chi ha versato contributi dopo il 1996 o, in alternativa a chi, avendo una posizione aperta nella Gestione separata possa optare per il computo in tale gestione. Nel suo caso, non potendo avere una posizione aperta nella gestione separata (essendo stata istituita la stessa nel 1995) unica soluzione per aver diritto ad una pensione è il versamento volontario dei 4 anni di contributi che le mancano per raggiungere i 20 anni necessari.


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp
Per una risposta dei nostri esperti scrivi a consulenze@notizieora.it
I nostri esperti risponderanno alle domande in base alla loro rilevanza e all'originalità del quesito, rispetto alle risposte già inserite in archivio.

Patrizia Del Pidio

Giornalista pubblicista, oltre ad essere proprietaria e autrice presso Notizieora.it, collaboro da anni con la testata Orizzontescuola.it. Scrivere è da sempre la mia passione e farlo come professione è stata la realizzazione di un sogno. Esperta di fiscalità e pensioni mi piace rispondere ai quesiti che i miei lettori quotidianamente mi inviano per fare in modo che, nel mio piccolo, la burocrazia possa essere più facile e alla portata di tutti.