Pensione contributiva con quanti anni si può fare domanda?

Pensione contributiva a 64 e 71 anni con 5, 10, 15 e 20 anni di contributi, tutte le possibilità e le deroghe in vigore nel 2020.

Con quanti anni di contributi si può accedere alla pensione contributiva e con quale età? Rispondiamo a questa domanda spulciando  tutte le misure che fanno parte delle pensioni news. La pensione contributiva si divide in diverse forme pensionistiche tutte con requisiti vincolanti e con un’età anagrafica che va dai 64 anni fino ai 71 anni. Scopriamo insieme quali possibilità reali.

Pensione contributiva con 5 anni di contributi

La pensione contributiva permette di andare in pensione solo con il versamento di 5 anni di contributi, a patto che siano versati dopo il 1° gennaio 1996. Il calcolo dell’assegno avviene interamente con il sistema contributivo e richiede un’età anagrafica di 71 anni.

Pensione contributiva a 64 anni di età e 20 anni di contributi

Questa misura è molto particolare e l’assegno è calcolato con il sistema contributivo, i requisiti richiesti sono: possono accedere coloro che non hanno contributi accreditati fino al 31 dicembre 1995, questo significa che possono accedere coloro che hanno maturato il primo contributo dal 1° gennaio 1996.

L’età anagrafica richiesta per la pensione contributiva è di 64 anni e un’anzianità contributiva di almeno 20 anni, a patto che l’assegno pensionistico sia almeno di 2,8 volte l’essendo sociale, quindi, un assegno superiore a 1.287,52 euro per il 2020.

Gli iscritti alla Gestione separata possono optare per il computo superando quest’ultimo dato. 

Le tre deroghe Amato legge 503/1992 con 15 e 20 anni di contributi

Per accedere alle deroghe Amato è richiesta un’età anagrafica di 67 anni ed almeno 15 anni di contributi se si rientra in una delle tre casistiche:

→ prima deroga: tutti i contributi devono essere versati prima del 1992;

→ seconda deroga: possono accedere coloro che sono stati autorizzati al versamento dei contributi volontari entro il 1992, anche se non hanno versato i contributi, è sufficiente l’autorizzazione;

→ terza deroga: l’accesso è per i lavoratori che hanno maturato un’anzianità contributiva almeno di 25 anni. Questo significa che il primo contributo deve essere stato versato almeno 25 anni. Inoltre, è necessario avere 15 anni di contributi di lavoro dipendenti versati all’AGO o in un fondo sostitutivo. Di questi 15 anni, almeno 10 anni devono essere lavorati per periodi non inferiori a 52 settimane.

Vuoi conoscere tutto sul mondo delle pensioni, non perderti la nostra categoria pensioni news!

Pensione contributiva a 67 anni con l’Opzione Dini

La legge Dini numero 335/1995 prevede che è possibile accedere alla pensione contributiva i seguenti requisiti:

  • meno di 18 anni di contributi versati prima del 1996
  • almeno 1 contributo accreditato prima del 31 dicembre 1995
  • almeno 5 anni di contributi versati dal 1° gennaio 1996
  • almeno 67 anni di età
  • almeno 15 anni di contributi versati.


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp

Angelina Tortora

Giornalista pubblicista, amministratore e autrice presso Notizieora.it. Scrivere è passione, è vita, mi accompagna da quando ero bambina. Attraverso la scrittura posso comunicare notizie, idee e soprattutto aiutare gli altri. In un mondo dove tutto va all’incontrario, e dove tutto è confusione, il mio obiettivo è quello di diffondere notizie che aiutino. NotizieOra rappresenta la realizzazione di un sogno, dove esprimersi è libertà, è passione. “Solo attraverso la scrittura possiamo avere notizia di uomini che ci hanno preceduto e scoprire in cosa si sono distinti. E, come i classici insegnano, se si ha memoria di qualcuno, se ne protrae l’esistenza.”