Pensione: cosa significa 35 anni di contributi utili

Pensione anticipata e 35 anni di contributi utili, cosa significa? Quali sono i requisiti richiesti in totale, inoltre, per chi ha meno di 35 anni di contributi? Ecco le risposte.

Affrontiamo ogni giorno il tema pensioni, ma cosa significa 35 anni di contributi utili? Oggi rispondiamo a questa domanda che riscontriamo in quasi tutte le forme pensionistiche: pensione anticipata, quota 100 e anche Opzione donna, anche se quest’ultima è una misura calcolata interamente con il sistema contributivo. Abbiamo racchiuso nella rubrica pensioni news tutte le pensioni attualmente in vigore e anche le ipotesi di riforma che il governo sta studiando, anche se al momento non c’è nulla di certo. 

Pensione e 35 anni di contributi utili

Per accedere alla pensione anticipata il lavoratore deve avere un’anzianità contributiva di 42 e 10 mesi se uomo e 41 e 10 mesi se donna, di cui 35 anni di contributi utili. Lo stesso discorso per la quota 100 che richiede 62 anni di età e 38 anni di contributi  di cui 35 anni utili, cosa significa? 

In effetti, in entrambe le misure menzionate, l’Inps specifica che il perfezionamento del requisito contributivo richiesto considera valutabile la contribuzione a qualsiasi titolo versata o accreditata di almeno 35 anni di contributi utili. Questo significa che sono considerati contributi utili i contributi obbligatori, da riscatto, volontari, figurativi, ad esclusione dei contributi figurativi accreditati per indennità di disoccupazione (Naspi)  o malattia. Sono considerati utili i contributi figurativi accreditati per sospensione lavoro (cassa integrazione e mobilità). 

Riepilogando, il requisito contributivo richiesto deve tener conto dei 35 anni di contributi utili e solo in quel caso può accedere alla misura pensionistica scelta. 

Pensione con meno di 35 anni 

Buongiorno,  mi mancano 20 settimane lavorative per 35 anni di contributi, sono del 1 ottobre 1960, senza lavoro, non percepisco nessun aiuto economico, come posso risolvere?

Anche riuscendo a coprire le 20 settimane, lei con 35 anni di contributi non rientra nella pensione anticipata in quanto è richiesto un requisito contributivo di 42 e 10 mesi a prescindere dall’età anagrafica, di cui 35 anni di contributi devono essere utili (come sopra specificato). 

L’unica misura che permette di percepire una rendita fino al raggiungimento all’età anagrafica per la pensione d vecchiaia è la RITA, che richiede l’adesione per tempo ad un fondo pensione, di minimo 5 anni. Maggiore è il montante nel fondo maggiore è l’importo della rendita. Per maggiori chiarimenti le consiglio di consultare la nostra guida: Pensionamento con la RITA: requisiti, aspetto fiscale e convenienza, guida completa

Esiste anche la pensione anticipata contributiva che prevede un’età di 64 anni e  minimo di 20 anni di contributi, in questa misura è considerato fondamentale il fattore temporale del versamento dei contributi, non è di facile accesso, trova qui tutti i chiarimenti: Pensione contributiva con contributi ridotti: tipologie, requisiti e assegno


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp
Per una risposta dei nostri esperti scrivi a consulenze@notizieora.it
I nostri esperti risponderanno alle domande in base alla loro rilevanza e all'originalità del quesito, rispetto alle risposte già inserite in archivio.

Angelina Tortora

Giornalista pubblicista, amministratore e autrice presso Notizieora.it. Ragioniera commercialista e revisore legale iscritta all'albo. Ha collaborato per molti anni con il Caf Tutela Fiscale e con la testata Investireoggi.it area Fisco e previdenza. Scrivere è passione, è vita, mi accompagna da quando ero bambina. Attraverso la scrittura posso comunicare notizie, idee e soprattutto aiutare gli altri. In un mondo dove tutto va all’incontrario, e dove tutto è confusione, il mio obiettivo è quello di diffondere notizie che aiutino. NotizieOra rappresenta la realizzazione di un sogno, dove esprimersi è libertà, è passione. “Solo attraverso la scrittura possiamo avere notizia di uomini che ci hanno preceduto e scoprire in cosa si sono distinti. E, come i classici insegnano, se si ha memoria di qualcuno, se ne protrae l’esistenza.”