Pensione di reversibilità ai nipoti: quando spetta?

In alcuni casi specifici la pensione di reversibilità può spettare anche ai nipoti con vivenza a carico del nonno deceduto. Vediamo cosa significa.

La pensione di reversibilità, ovvero la quota di pensione che spetta ai superstiti di un pensionato deceduto, come tutti ben sappiamo spetta di diritto al coniuge in presenza di determinati requisiti. Il trattamento, però, può essere riconosciuto anche ai nipoti in alcuni casi. Vediamo quali sono.

Pensione di reversibilità ai nipoti

Una nostra lettrice scrive

Io e mio marito disoccupati da lungo tempo senza la possibilità di accesso al reddito di cittadinanza, abbiamo un figlio. Anche se il bambini convive con noi è sempre stato mantenuto da mio padre, suo nonno, che anche se non aveva il bambino a carico si occupava di tutte le spese che lo riguardavano dalla scuola ai vestiti, dal tempo libero ai giocattoli. Ora, mio padre è venuto a mancare e una mia conoscente mi ha detto che mio figlio, di 6 anni, potrebbe avere diritto alla pensione di reversibilità del nonno. Mio padre, preciso, era vedovo. E’  vero che posso chidere la pensione per mio figlio?

La pensione di reversibilità spetta per il nipote in due casi distinti: se il minore viveva con il nonno e, alla sua morte non risulta autosufficiente economicamente e se il nipote, non convivente con il nonno, risultava mantenuto abitualmente dallo stesso prima della morte.

In generale, quindi, se il nipote conviveva con il nonno deceduto l’INPS riconosce la pensione effettuando le verifiche solo sulla non autosufficienza economica del nipote.

Se il nipote, invece, non conviveva con il nonno il mantenimento abituale va dimostrato. Preciso che il diritto al trattamento sussiste anche se il minore non è orfano ma con genitori che non possono provvedere al suo mantenimento (come nel vostro caso, visto che non percepite redditi).

Per dimostrare la vivenza a carico del nonno è necessario dimostrare che i genitori del minore in questione non prestino alcuna attività lavorativa  e non beneficino di nessuna altra fonte di reddito.

Se uno dei due genitori ha un reddito mensile di almeno 652,46 euro il minore è considerato mantenuto dai genitori.

A quali nipoti spetta la pensione di reversibilità?

Appurato il requisito del mantenimento da parte del nonno il nipote per avere diritto alla prestazione ai superstiti deve:

• o essere minorenne

• o risultare inabile a qualsiasi proficuo lavoro

• o avere un’età inferiore a 21 anni e studiare in una scuola superiore o professionale

• o avere un’età inferiore a 26 anni  e studiare all’Università, in questo caso vale solo la durata legale del corso di laurea.


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp
Per una risposta dei nostri esperti scrivi a consulenze@notizieora.it
I nostri esperti risponderanno alle domande in base alla loro rilevanza e all'originalità del quesito, rispetto alle risposte già inserite in archivio.

Patrizia Del Pidio

Giornalista pubblicista, oltre ad essere proprietaria e autrice presso Notizieora.it, collaboro da anni con la testata Orizzontescuola.it. Scrivere è da sempre la mia passione e farlo come professione è stata la realizzazione di un sogno. Esperta di fiscalità e pensioni mi piace rispondere ai quesiti che i miei lettori quotidianamente mi inviano per fare in modo che, nel mio piccolo, la burocrazia possa essere più facile e alla portata di tutti.