Pensione di vecchiaia a 67 anni: importo assegno con 20 anni di contributi

Quando si arriva alla pensione di vecchiaia con 67 anni di età e 20 anni di contributi quanto si percepisce al mese di assegno netto? Ecco come effettuare il calcolo con la simulazione di un esempio con l’assegno finale.

La pensione di vecchiaia permette l’accesso con 67 anni di età e un minimo di 20 anni di contributivi, ma l’assegno a quanto ammonta? La pensione di vecchiaia fa parte delle pensioni news in vigore nel 2020  per il suo requisito anagrafico è considerata l’ultima spiaggia, infatti, in media i lavoratori che si avvicinano all’età di 62/65 anni, se hanno i requisiti preferiscono scegliere misure di pensionamento anticipato. Cerchiamo di capire come avviene il calcolo assegno con con la pensione di vecchiaia.

Pensione di vecchiaia: 67 anni e 20 anni di contributi

La pensione di vecchiaia è soggetta all’adeguamento dell’aspettativa di vita introdotto dalla Riforma pensione legge Fornero, per il 2020il requisito anagrafico richiesto è di 67 anni con un requisiti contributivo minimo di 20 anni, sono validi i contributi versati a qualsiasi titolo (obbligatori, riscatto, volontari, figurativi, ecc.)

Simulazione assegno mensile netto

Abbiamo operato  una simulazione:

considerando un lavoratore con 67 anni di età, con un’anzianità contributiva accreditata di 20 anni, con un reddito annuo lordo di 25.000 euro, con una stima della crescita del reddito bassa, che svolge una professione di dipendente del settore privato.

Il risultato è il seguente:

● In pensione nel 2020

● Importo assegno  526 euro netti al mese

● l’ultimo stipendio percepito sarà di 1321 euro netti al mese

Non è possibile  sfruttare nessuna opzione di pensione anticipata

Bisognare precisare che questa è solo una simulazione, per conoscere la reale posizione pensionistica personale, è necessario avere lo storico dei contributi versati dall’utente.

Se volete provare a calcolare il vostro assegno l’Inps mette a disposizioni sul portarle un servizio: “la mia pensione futura”.

Il calcolo dell’assegno si basa su tre sistemi attualmente in vigore: retributivo, contributivo e misto


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp

Angelina Tortora

Giornalista pubblicista, amministratore e autrice presso Notizieora.it. Ragioniera commercialista e revisore legale iscritta all'albo. Ha collaborato per molti anni con il Caf Tutela Fiscale e con la testata Investireoggi.it area Fisco e previdenza. Scrivere è passione, è vita, mi accompagna da quando ero bambina. Attraverso la scrittura posso comunicare notizie, idee e soprattutto aiutare gli altri. In un mondo dove tutto va all’incontrario, e dove tutto è confusione, il mio obiettivo è quello di diffondere notizie che aiutino. NotizieOra rappresenta la realizzazione di un sogno, dove esprimersi è libertà, è passione. “Solo attraverso la scrittura possiamo avere notizia di uomini che ci hanno preceduto e scoprire in cosa si sono distinti. E, come i classici insegnano, se si ha memoria di qualcuno, se ne protrae l’esistenza.”