Pensione di vecchiaia: è possibile soltanto con 20 anni di contributi? Ecco le alternative

La pensione di vecchiaia non è possibile soltanto con 20 anni di contributi, vi sono diverse deroghe che permettono il pensionamento con 15 anni di contributi e un’opzione che permette addirittura la pensione di vecchiaia con soli 5 anni di contributi.

Per accedere alla pensione di vecchiaia, come tutti ben sappiamo servono 2 requisiti: quello dell’età anagrfica, che nel 2018 è di 66 anni e 7 mesi e che nel 2019 si innalzerà per effetto dell’adeguamento alla speranza di vita Istat a 67 anni, e il requisito contributivo di 20 anni.

Entrambi i requisiti sono essenziali per l’accesso alla pensione di vecchiaia perchè pur raggiungendo l’età anagrafica richiesta se non si possiedono i 20 anni di contributi versati nella propria vita lavorativa non si otterrà la pensione di vecchiaia.

Cosa fare, quindi, se per qualsiasi motivo non si è riusciti a raggiungere il requisito contributivo richiesto?

Se mancano ancora alcuni anni alla pensione e i contributi mancanti sono pochi una soluzione potrebbe essere quella di farsi autorizzare al versamento dei contributi volontari per raggiungere i 20 anni di contributi e garantirsi la pensione di vecchiaia. Se i contributi che mancano sono molti, però, la spesa sarebbe ingente.

Vi sono, però, alcune deroghe che permetto l’accesso alla pensione di vecchiaia anche per chi non possiede 20 anni di contributi ma ne possiede meno, vediamo quali sono e cosa prevedono.

Pensione di vecchiaia con 15 anni di contributi

Delle deroghe alla riforma Fornero permetto di accedere alla pensione di vecchiaia con 15 anni di contributi se in possesso di determinati requisiti raggiungendo sempre il requisito anagrafico necessario per la pensione di vecchiaia. Si tratta delle 3 deroghe previste dalla Legge Amato e della deroga prevista dalla Legge Dini.

Per approfondire cosa prevedono le 3 deroghe Amato nello specifico, poichè i requisiti richiesti da ognuna sono diversi tra loro (a parte i 15 anni di contributi) è possibile leggere il seguente articolo: In pensione con 15 anni di contributi in deroga alla Legge Fornero

pensione-anticipata-disabiliLa Deroga Dini, invece prevede la possibilità di accedere alla pensione di vecchiaia con 66 anni e 7 mesi nel 2018 e il possesso dei seguenti requisiti:

  • possedere meno di 18 anni di contributi
  • avere almeno un contributo accreditato prima del 31 dicembre 1995
  • avere almeno 5 anni di contributi accreditati dopo il 1996

Pensione di vecchiaia contributiva

Per chi, invece, non arrivasse neanche ai 15 anni di contributi un’altra opzione interessante potrebbe essere la pensione di vecchiaia contributiva che permette il pensionamento con soli 5 anni di contributi ma ad un età anagrafica più avanzata, ovvero a 70 anni e 7 mesi nel 2018 (a 71 anni nel 2019). Per sapere quali sono i requisiti per accedere a questo tipo di pensionamento vi invitiamo ad approfondire leggendo il seguente articolo: Pensione con 5 anni di contributi: quando è possibile?

Per una risposta dei nostri esperti scrivi a consulenze@notizieora.it

 

Redazione NotizieOra

Articoli redatti dai nostri esperti di Fisco, diritto ed economia.