Pensione donna con 35, 38 o 41 anni di contributi, cosa succederà dopo il 2020?

Pensione donna nel 2020 e oltre, cosa succederà? Vari scenari considerando un requisito contributivo di: 35, 38 e 41 anni.

Pensione donna dopo il 2020, con un requisito contributivo di 35 anni e 58/59 anni di età se lavoratrice dipendente o autonoma, questa misura si chiama ‘Opzione donna’ ed è stata prorogata per tutto il 2020. Questa non è l’unica misura che tutela le donne lavoratrici, c’è anche la pensione anticipata che prevede un requisito anagrafico diverso rispetto agli uomini. Analizziamo tutte le news sulle pensioni rispondendo anche alla domanda di una nostra lettrice.

Pensione donna: con 35, 38 o 41 anni di contributi, la scelta

Buongiorno,
con la presente sono a porvi una domanda velocissima:
– ho 49 e 31 di contributi, quanti contributi obbligatori bisognerebbe avere per accedere alla domanda di pensione, formulo meglio la domanda:
Se io smettessi di lavorare con 35 anni di contributi a quale età percepirei la pensione 62 oppure 67?
Idem se andassi con 38
Idem se andassi con 41

La pensione opzione donna andrà scomparendo negli anni?

Grazie e cordiali saluti

Pensione Opzione donna nel 2020

Rispondiamo alle varie domande in base alle ultime novità sulle pensioni considerando le agevolazioni per le donne.
Nel 2020 è possibile accedere alla pensione donna con 35 anni di contributi, fino al 31 dicembre, salvo proroga nel 2021.

La proroga in base alle ultime indiscrezioni, prima dell’emergenza coronavirus, era già prevista in bilancio per il 2021.

I requisiti richiesti per la pensione donna con 35 anni di contributi attualmente sono 58 anni di età per le lavoratrici dipendenti e 59 anni di età per le lavoratrici autonome; entrambi i requisiti devono essere maturati entro il 31 dicembre 2019.

Non è possibile sapere cosa succederà nel tempo al sistema pensionistico, la riforma pensioni cambia ogni anno e apporta sempre dei cambiamenti al sistema pensionistico.

Pensione con 38 anni di contributi

Fino al 2021 è possibile accedere alla pensione quota 100 con i seguenti requisiti: 62 anni di età e 38 anni di contributi. Questa misura ha sollevato grandi dibattiti e non sarà più prorogata, si pensa a sostituirla riformulando il requisito anagrafico; sono state proposte varie varianti: 63 anni di età e 38 anni di contributi: 64 anni e 38 di contributi oppure, abolizione totale.

Pensione con 41 anni di contributi

È possibile accedere alla pensione anticipata con Quota 41, ma non è per tutti bisogna avere dei requisiti ben specifici e trovarsi in una delle categorie di tutela. I requisiti richiesti sono:

– lavoratore precoce (che abbia almeno 52 settimane di contributi prima del compimento del diciannovesimo anno di età)

Che si trovi in una delle seguenti tutele

–  disoccupato che da 3 mesi ha finito di percepire la naspi;
–  lavoratore invalido con una percentuale del 74%;
–  lavoratore caregiver che almeno da 6 mesi assiste il familiare con handicap grave (legge 104 art. 3 comma 3);
–  lavoratore che svolge mansioni usuranti.

Previsa una finestra di tre mesi dalla maturazione dei requisiti.

Pensione donna: la pensione anticipata una valida alternativa

Lei scrive ho 49 anni di età e 31 anni di contributi, quindi lei è una lavoratrice precoce, quindi, se al raggiungimento dei 41 anni si trova in una delle categorie di tutela e la misura non è variata, può fare domanda a prescindere dell’età anagrafica.

Da considerare che per le donne esiste anche la pensione anticipata che permette il pensionamento a prescindere dall’età anagrafica con 41 e 10 mesi (donne) e 42 e 10 mesi (uomini). Per questa misura l’aspettativa di vita è bloccata fino al 2026.


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp
Per una risposta dei nostri esperti scrivi a consulenze@notizieora.it
I nostri esperti risponderanno alle domande in base alla loro rilevanza e all'originalità del quesito, rispetto alle risposte già inserite in archivio.

Angelina Tortora

Giornalista pubblicista, amministratore e autrice presso Notizieora.it. Ragioniera commercialista e revisore legale iscritta all'albo. Ha collaborato per molti anni con il Caf Tutela Fiscale e con la testata Investireoggi.it area Fisco e previdenza. Scrivere è passione, è vita, mi accompagna da quando ero bambina. Attraverso la scrittura posso comunicare notizie, idee e soprattutto aiutare gli altri. In un mondo dove tutto va all’incontrario, e dove tutto è confusione, il mio obiettivo è quello di diffondere notizie che aiutino. NotizieOra rappresenta la realizzazione di un sogno, dove esprimersi è libertà, è passione. “Solo attraverso la scrittura possiamo avere notizia di uomini che ci hanno preceduto e scoprire in cosa si sono distinti. E, come i classici insegnano, se si ha memoria di qualcuno, se ne protrae l’esistenza.”