Pensione dopo la Naspi: quali strade percorribili

Quale possibilità di pensionamento dopo la Naspi? Indaghiamo nel caso del nostro lettore.

Per chi perde il lavoro dopo una certa età  diventa molto difficile trovare nuovamente un’occupazione e la pensione sembra essere l’unica strada possibile per non rimanere senza reddito. Purtroppo, però, non sempre l’accesso alla pensione è possibile a causa della mancanza dei requisiti di accesso. Valutiamolo rispondendo al quesito di una nostra lettrice: Buongiorno volevo informazioni sulla pensione del mio compagno che è nato 11 settembre 1968 ed ha iniziato a versare i contributi dall età di 15 anni, a maggio 2018 è stato licenziato e fino a maggio 2020 percepisce la Naspi.

Pensione dopo la Naspi

Suo marito, con 52 anni di età e con 35 anni di contributi derivanti da lavoro effettivo e (da maggio 2020) con 24 mesi di contributi figurativi derivanti dalla Naspi avrebbe un montante contributivo di 37 anni di contributi versati. Essendo un lavoratore precoce potrebbe accedere al pensionamento con la quota 41 come disoccupato ma per farlo occorrono 41 anni di contributi maturati e a suo marito ne mancano 4.

Il problema principale è che per mantenere il diritto all’accesso alla pensione con quota 41 suo marito dovrebbe mantenere lo status di disoccupato (che può mantenere o non lavorando oppure se trova un nuovo lavoro e subisce un nuovo licenziamento).

Le strade percorribili nel vostro caso possono essere due: essendo suo marito ancora molto giovane potrebbe trovare un nuovo lavoro e continuando a versare contributi potrebbe giungere ai requisiti necessari per l’accesso alla pensione anticipata ordinaria con 42 anni e 10 mesi di contributi. In alternativa, se la ricerca di un nuovo lavoro si rivelasse inefficace, potreste decidere di versare i 4 anni di contributi mancanti facendovi autorizzare al versamento dei contributi volontari e accollandovi per i prossimi 4 anni l’onere del pagamento.

Purtroppo altre strade di pensionamento per suo marito al momento non ne esistono poichè indipendentemente dall’età le uniche due misure disponibili sono proprio quota 41 e pensione anticipata tradizionale.


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp
Per una risposta dei nostri esperti scrivi a consulenze@notizieora.it
I nostri esperti risponderanno alle domande in base alla loro rilevanza e all'originalità del quesito, rispetto alle risposte già inserite in archivio.

Patrizia Del Pidio

Giornalista pubblicista, oltre ad essere proprietaria e autrice presso Notizieora.it, collaboro da anni con la testata Orizzontescuola.it. Scrivere è da sempre la mia passione e farlo come professione è stata la realizzazione di un sogno. Esperta di fiscalità e pensioni mi piace rispondere ai quesiti che i miei lettori quotidianamente mi inviano per fare in modo che, nel mio piccolo, la burocrazia possa essere più facile e alla portata di tutti.