Pensione e lavoro gravoso: chi può individuare la mansione svolta?

Pensione e lavoro gravoso, non tutte le categorie sono tutelate, come far valere il lavoro svolto anche se non è riportato nell’elenco?

Pensione e lavoro gravoso, molte le categorie che non rientrano nella classifica di tutela anche se realmente svolgono lavori gravosi e pesanti. Ci ha scritto un lettore che chiede spiegazioni e cosa è possibile fare per far valere il lavoro gravoso. 

Pensione e lavoro gravoso come custode o portiere

Buongiorno, scusate il disturbo ma vorrei sapere se sapete se nella categoria LAVORI GRAVOSI possono rientrare i custodi. Mi permetto di farvi notare una cosa (oltre al custode napoletano di cui si parla):

Tra le professioni gravose troviamo:

· addetti alla concia di pelli e pellicce;

· addetti ai servizi di pulizia;

· addetti spostamento merci e/o facchini;

· conducenti di camion o mezzi pesanti in genere;

· conducenti treni e personale viaggiante in genere;

· guidatori di gru o macchinari per la perforazione nelle costruzioni;

· infermieri o ostetriche che operano su turni;

· maestre/i di asilo nido e scuola dell’infanzia;

· operai edili o manutentori di edifici;

· operatori ecologici e tutti coloro che si occupano di separare o raccogliere rifiuti;

· addetti all’assistenza di  persone non autosufficienti;

· lavoratori marittimi;

· pescatori;

· operai agricoli;

· operai siderurgici (di seconda fusione).

Al punto 2 e al punto 10 noi rientriamo perfettamente, io pulisco scale tutti i giorni (e da me ci sono anche uffici nello stabile) e chi fa i sacchi della spazzatura di un palazzo (ed io ho scala A B C D E di 6 piani 6 famiglia piano), potete ben immaginare quanti sacchi devo fare 2 volte alla settimana, mettendomi più a rischio di un operatore ecologico che li prende e li butta solamente nel camion, mentre io a volte devo anche ovviare alle maleducazioni dei condomini che buttano spazzatura nei posti sbagliati dividendo giustamente i rifiuti secondo riciclaggio corretto.

Nel caso sapreste dirmi a chi scrivere per farlo notare ? Grazie mille

Categorie tutelate e sentenze

La categoria come portiere o custode non è individuata nelle mansioni gravose. Il caso di cui lei parla ha avuto il riconoscimento tramite una sentenza della corte di Cassazione che ha considerato il lavoro come portiere un lavoro gravoso.

Nello specifico la sentenza ha chiarito che la mansione lavorativa come portiere in alcuni casi è collegato al lavoro gravoso, nel caso specifico il lavoratore svolgeva mansioni di portiere e addetto alle pulizie (pulizia delle scale e l’androne del condominio ogni giorno e affetto).

Le sentenze non sono leggi e si basano su casi specifici. Molte volte le sentenze vengono recepite dagli enti e con circolari aggiornano le normative esistenti.

Al momento non c’è stato nessun cambiamento da parte dell’ente sulla classifica delle categorie dei lavori considerati gravosi.

Le consiglio di controllare il contratto lavorativo e la qualifica di assunzioni, controllare se tra le mansioni sono specificate le mansioni di pulizia e soprattutto controllare la categoria ISTAT di assunzione. Sicuramente in questi casi è riportata la categoria di portinaio o custode.

Il prossimo passo è quello di rivolgersi ad un avvocato e con lui verificare se c’è la possibilità di poter riconoscere la sua mansione lavorativa come gravosa anche in virtù alle precedenti sentenze della Cassazione.

Leggi anche: Pensione Quota 41 per lavoro gravoso camionista, come capire se la qualifica è giusta?


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp
Per una risposta dei nostri esperti scrivi a consulenze@notizieora.it
I nostri esperti risponderanno alle domande in base alla loro rilevanza e all'originalità del quesito, rispetto alle risposte già inserite in archivio.

Angelina Tortora

Giornalista pubblicista, amministratore e autrice presso Notizieora.it. Scrivere è passione, è vita, mi accompagna da quando ero bambina. Attraverso la scrittura posso comunicare notizie, idee e soprattutto aiutare gli altri. In un mondo dove tutto va all’incontrario, e dove tutto è confusione, il mio obiettivo è quello di diffondere notizie che aiutino. NotizieOra rappresenta la realizzazione di un sogno, dove esprimersi è libertà, è passione. “Solo attraverso la scrittura possiamo avere notizia di uomini che ci hanno preceduto e scoprire in cosa si sono distinti. E, come i classici insegnano, se si ha memoria di qualcuno, se ne protrae l’esistenza.”