Pensione evitando fregature e con maggiorazione contributiva

QUale possibilità di pensionamento prendendo in considerazione anche la maggiorazione contributiva per gli invalidi?

Districarsi nella normativa attualmente in vigore per la pensione è assai difficile dovendo tener conto del gran numero di misure possibili che, se da una parte chiedono requisiti contributivi, dall’altra mettono anche paletti anagrafici. Cerchiamo di capire, nel caso del nostro lettore, qual è la data presunta del pensionamento in base ai requisiti posseduti sottolineando che quello che faccio lo faccio quotidianamente con enorme piacere e sono ripagata ogni giorno da messaggi come questo.

Pensione senza fregature

Il nostro lettore ci scrive su whatsapp:

Signora Patrizia non so come ringraziarla per quello che Lei sta facendo
Mi scuso del disturbo ma le devo fare una domanda che poi in verità si dividerà in altrettante domande
Bene cominciamo
Ho iniziato presto a lavorare il 06/06/1985 età 19 anni e sono qui 1° fregatura i precoci partono da 18 anni.
2°fregatura io dovevo andare in pensione l”anno prossimo fregato col primo cambiamento.40 anni di contributi.
3° fregatura contributivo retributivo .
4° fregatura anche se compirò i fatidici 41 e rotti con la mia età mi converrà andarci? No!
Nel tempo sono purtroppo diventato invalido all’83% ma non per una malattia ma per una serie di malattie e ne escono sempre di nuove. Ha con legge 104/93 comma 3 articolo 3 a vita.
Tutto questo a partire dal 04/12/2012
Calcolando i due mesi anno per un massimo di due anni e 5 anni di bonus (sempre se esisto più) mi potrebbe fare un calcolo approssimativo di quando potrò andare in pensione?
Le chiedo scusa ma davvero non ci sto capendo più nulla nel ringraziarla del suo operato le invio i miei più cari
Saluti

Presumo la sua età da quello che mi scrive, ovvero circa 53 anni con 34 anni di contributi.

Come lei giustamente fa non notare non rientra nella quota 41 dei lavoratori precoci non avendo i 12 mesi di contributi da lavoro effettivo prima del compimento dei 19 anni di età. E per questo motivo, quindi, dovremo trovare un’altra misura che le permetta il pensionamento anticipato.

Con la maggiorazione contributiva riconosciuta agli invalidi con percentuale superiore al 74% accumula, dal 2012 al 2019 , 14 mesi di contributi figurativi, validi al diritto ma non alla misura della pensione (non saranno quindi considerati nel calcolo dell’assegno pensionistico).

Il bonus di 5 anni di cui parla è il limite massimo concesso con la maggiorazione contributiva, che a lei spetta, quindi, nella misura di 14 mesi (che continuerà però ad accumulare nella misura di 2 mesi l’anno per ogni anno di lavoro).

Pensione quale misura?

A conti fatti, quindi, attualmente può vantare poco più di 35 anni di contributi che con la sua giovane età non le permettono l’accesso a nessuna forma pensionistica.

Ha a disposizione due misure per il pensionamento: la pensione anticipata ordinaria o la pensione di vecchiaia anticipata per i lavoratori invalidi. Cerchiamo di capire con quale le conviene accedere.

La pensione di vecchiaia anticipata (cui può accedere solo se lavora nel settore privato, poichè la misura è preclusa ai dipendenti del pubblico impiego), richiede per gli uomini almeno 61 anni di età e un minimo di 20 anni di contributi. Per raggiungere il requisito anagrafico, quindi, le mancherebbero 8 anni a cui dovrebbe aggiungere ulteriori 12 mesi di attesa per la finestra di decorrenza del trattamento.

Per la pensione anticipata, invece, le mancherebbero poco più di 6 anni di contributi: la misura richiede, infatti 42 anni e 10 mesi di contributi per gli uomini e se lei continuasse a lavorare per altri 6 anni maturerebbe 7 anni di contributi (aggiungendo i 2 mesi di contribuzione figurativa). A questa misura, però, può accedere soltanto se non è percettore di assegno ordinario di invalidità, in quel caso le alternativa di pensionamento potrebbero essere solo pensione di vecchiaia anticipata per gli invalidi al compimento dei 61 anni o pensione di vecchiaia al compimento dei 67 anni.


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp
Per una risposta dei nostri esperti scrivi a consulenze@notizieora.it
I nostri esperti risponderanno alle domande in base alla loro rilevanza e all'originalità del quesito, rispetto alle risposte già inserite in archivio.

Patrizia Del Pidio

Giornalista pubblicista, oltre ad essere proprietaria e autrice presso Notizieora.it, collaboro da anni con la testata Orizzontescuola.it. Scrivere è da sempre la mia passione e farlo come professione è stata la realizzazione di un sogno. Esperta di fiscalità e pensioni mi piace rispondere ai quesiti che i miei lettori quotidianamente mi inviano per fare in modo che, nel mio piccolo, la burocrazia possa essere più facile e alla portata di tutti.