Pensione fin da subito con l’invalidità, ecco in quali casi

Molto spesso capita che non si venga informati che esistono delle misure che ci permettono di pensionarci subito, e si attende, invano, di raggiungere la quiescenza.

Molto spesso per convinzione di non aver diritto al pensionamento si evita di chiedere e si perde la possibilità di accedere alla quiescenza. Come nel caso della nostra lettrice che avrebbe potuto accedere al pensionamento già da 6 anni ma, visto che nessuno l’ha avvisata del suo diritto e non presentando domanda, ancora attende di potersi pensionare. Vediamo il caso in questione.

Pensione di vecchiaia anticipata

Una nostra lettrice ci scrive 

Buonasera,

 il quesito ricorrente è sempre lo stesso, quando andare in pensione e se ci sono delle agevolazioni per alcune categorie e/o casi particolari.

Riassumo:

Donna  Età 63 (a gennaio 2020)

Invalidità civile 100% (assegno circa 280 euro mensili) incollocabile al lavoro

Anni di contributi  versati fino al 1995 circa 23 di cui circa 3 prima dei 18 anni di età (lavoratrice precoce)

Grazie e saluti

Che dire? Se è stata una dipendente privata avrebbe potuto accedere alla pensione al compimento dei 57 anni grazie alla pensione di vecchiaia anticipata per lavoratori invalidi, ma evidentemente nessuno l’ha avvisata. Se, invece, il suo ultimo impiego era nella pubblica amministrazione non ha diritto a questa misura. Non specifica che tipo di lavoro faceva ma scrivendomi che è una lavoratrice precoce che ha iniziato a lavorare a 15 anni, dubito fosse una dipendente pubblica.

Questo tipo di pensione richiede come requisiti:

  • invalidità pari o superiore all’80%
  • 56 anni di età per le donne
  • 61 anni di età per gli uomini
  • almeno 20 anni di contributi versati
  • una finestra di attesa di 12 mesi da raggiungimento dei requisiti.

Può, quindi, accedere alla pensione fin da subito. I passi da compiere nell’immediato sono: visita presso una commissione medica Asl che le certifichi l’invalidità pensionabile, anche se ha già la certificazione di invalidità questo passo è essenziale poichè per accedere alla misura è necessario il certificato dell’invalidità pensionabile. L’iter è lo stesso che ha percorso per la certificazione dell’invalidità civile.

Una volta ottenuto il certificato presenti immediatamente la domanda di pensione, il suo diritto alla decorrenza e dal primo giorno del mese successivo a quello di presentazione della domanda. Se anche la pensione non dovesse esserle liquidata subito, in ogni caso, avrà diritto, al momento della liquidazione, agli arretrati dalla decorrenza della stessa.

Se è stata, nella sua ultima professione, invece, una dipendente pubblica non ha diritto a questa tipologia di pensionamento e dovrà attendere il compimento dei 67 anni per accedere alla pensione di vecchiaia.


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp
Per una risposta dei nostri esperti scrivi a consulenze@notizieora.it
I nostri esperti risponderanno alle domande in base alla loro rilevanza e all'originalità del quesito, rispetto alle risposte già inserite in archivio.

Patrizia Del Pidio

Giornalista pubblicista, oltre ad essere proprietaria e autrice presso Notizieora.it, collaboro da anni con la testata Orizzontescuola.it. Scrivere è da sempre la mia passione e farlo come professione è stata la realizzazione di un sogno. Esperta di fiscalità e pensioni mi piace rispondere ai quesiti che i miei lettori quotidianamente mi inviano per fare in modo che, nel mio piccolo, la burocrazia possa essere più facile e alla portata di tutti.