Pensione gravosi: allo studio la gravosità delle occupazioni

Parte il lavoro delle due commissioni che dovranno valutare la gravosità delle diverse professioni per stabilire una diversificazione dell’età pensionabile.

Le basi di una diversificazione dell’età pensionabile a seconda della professione svolta sono state rilanciate dall’articolo 1, comma 474 e seguenti della legge di Bilancio 2020. Le commissioni che avrebbero dovuto approfondire lo studio della gravosità delle diverse professioni erano già state previste con la legge di Bilancio 2018 ma il loro lavoro non era mai iniziato. Ora tale studio è stato rilanciato dalla manovra di quest’anno e dovrà concludersi entro il 31 dicembre 2020.

Uno dei due gruppi di lavoro sarà impiegato a studiare quanto siano gravose le diverse occupazioni (in base anche all’età anagrafica del lavoratore e alle sue condizioni oggettive sulla base dell’esposizione, anche , ambientale).

La Commissione in questione dovrà non solo reperire gli elementi che supportino le valutazioni in oggetto , ma anche la valutazione della gravosità delle diverse professioni che si svolgono.

La seconda commissione, invece, avrà l’incarico di classificare e comparare la spesa pubblica nazionale assistenziale e previdenziale con quella degli altri Paesi europei.

Con la conclusione dei lavori entro e non oltre il 31 dicembre 2020, dopo 10 giorni il Governo sarà tenuto alla presentazione di una relazione sulle valutazioni presentate.

Le due commissioni saranno presiedute dal Ministro del Lavoro (o, al limite da un suo delegato) e i componenti saranno individuati tra rappresentanti di diversi ministeri: quello dell’Economia e della Finanza, quello del Lavoro, e quello della Salute ma saranno presenti anche esperti di economia, di statistica. Il lavoro svolto dai componenti delle due commissioni non sarà retribuito nè con un compenso, nè con un’indennità, rimborso spese o gettone presenza. Il lavoro, quindi, rientrerà nella normale routine lavorativa delle persone che comporranno le due commissioni in oggetto.


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp

Patrizia Del Pidio

Giornalista pubblicista, oltre ad essere proprietaria e autrice presso Notizieora.it, collaboro da anni con la testata Orizzontescuola.it. Scrivere è da sempre la mia passione e farlo come professione è stata la realizzazione di un sogno. Esperta di fiscalità e pensioni mi piace rispondere ai quesiti che i miei lettori quotidianamente mi inviano per fare in modo che, nel mio piccolo, la burocrazia possa essere più facile e alla portata di tutti.