Pensione: indennizzo cessazione attività commerciale 2019, importo e domanda

Pensione: indennizzo cessazione attività commerciale 2019, importo, domanda e modulo, tutte le ultime novità in base alla normativa vigente.

Il nuovo Governo ha prorogato l’indennizzo per la cessazione dell’attività commerciale dal 1 gennaio 2019. Le novità di questa misura rispetto agli anni precedenti, è che non è prevista una data entro cui fare domanda, e saranno evase fino ad esaurimento fondi. Analizziamo quali requisiti sono richiesti e come fare domanda, rispondendo a due quesiti dei nostri lettori.

Pensione Indcom: requisiti, domanda, importo e quesiti

Analizziamo la normativa rispondendo alle richieste di due nostri lettori:

1) L’indennizzo per la cessazione dell’attività commerciale, ovvero la rottamazione licenze commerciali, è stato ripristinato dalla legge di Stabilità 2019 (comma 283) e reso strutturale. La normativa di riferimento è il dlgs 207/1996.Perché non risulta ancora nei patronati sindacali e all’INPS? Quando potrò fare domanda a tal riguardo?

2) Buonasera, vorrei sapere come e quando posso fare la domanda all’INPS per Indcom 2019, avendo tutti i requisiti. Grazie

Pensione Indennizzo cessazione attività commerciale 2019

La pensione Indcom, chiamata anche “rottamazione licenza commerciale” è una sorta di pensione commercianti. Questa misura nasce nel 2009, prorogata ogni anno tranne nel 2017 e 2018.
La Legge di Bilancio rilancia dopo due anni di fermo, l’indennizzo per chiusura di attività commerciale con i commi 283 e 284 dell’articolo 1, che dettano: “A decorrere dal 1° gennaio 2019 l’indennizzo di cui all’articolo 1 del decreto legislativo 28 marzo 1996, n. 207, è concesso, nella misura e secondo le modalità ivi previste, ai soggetti che si trovano in possesso dei requisiti di cui all’articolo 2 del medesimo decreto legislativo alla data di presentazione della domanda”.

Pensione Indcom: requisiti

Possono fare domanda i commercianti che cessano la loro attività:

  • i titolari o coadiutori di attività commerciale al minuto in sede fissa o ambulante, anche abbinata ad attività di somministrazione al pubblico di alimenti e bevande;
  •  i titolari o coadiutori di attività commerciale su aree pubbliche;
  • gli esercenti attività di somministrazione al pubblico di alimenti e bevande;
  • gli agenti e rappresentanti di commercio.

È richiesto un requisito anagrafico per gli uomini di 62 anni di età al momento della chiusura dell’attività, per le donne 57 anni. Avere almeno cinque anni dal momento della chiusura, alla gestione separata degli esercenti commerciali. L’attività dovrà essere chiusa e non ceduta. Inoltre, prima di inoltrare domanda di indennizzo, bisogna consegnare al Comune il modello SCIA ed efettuare la cancellazione nel Registro delle Imprese o degli esercenti il commercio o dal ruolo
provinciale (agenti e rappresentanti di commercio) presso la CCIAA.

Domanda

La domanda va inoltrata direttamente all’Inps, col modello Ap95 con integrazione della documentazione richiesta. E’ possibile scaricare qui il modulo in pdf: modulo AP95 in pdf

Si può inoltrare la domanda anche tramite patronato. Attualmente la procedura Inps non è aggiornata, quindi bisogna attendere che l’ente aggiorni la procedura per l’invio. Appena la procedura sarà pronta provvederemo ad avvisarvi tramite un articolo mirato.

Importo Indcom

L’importo riconosciuto per l’indennizzo per cessata attività commerciale è pari al trattamento minimo Inps per il 2019 di 513 euro al mese per 13 mensilità. Sull’indennizzo non sono previsti interessi legali, rivalutazione monetaria, trattenute sindacali, erogazione di trattamenti di famiglia.


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp
Per una risposta dei nostri esperti scrivi a consulenze@notizieora.it
I nostri esperti risponderanno alle domande in base alla loro rilevanza e all'originalità del quesito, rispetto alle risposte già inserite in archivio.

Angelina Tortora

Giornalista pubblicista, amministratore e autrice presso Notizieora.it. Ragioniera commercialista e revisore legale iscritta all'albo. Ha collaborato per molti anni con il Caf Tutela Fiscale e con la testata Investireoggi.it area Fisco e previdenza. Scrivere è passione, è vita, mi accompagna da quando ero bambina. Attraverso la scrittura posso comunicare notizie, idee e soprattutto aiutare gli altri. In un mondo dove tutto va all’incontrario, e dove tutto è confusione, il mio obiettivo è quello di diffondere notizie che aiutino. NotizieOra rappresenta la realizzazione di un sogno, dove esprimersi è libertà, è passione. “Solo attraverso la scrittura possiamo avere notizia di uomini che ci hanno preceduto e scoprire in cosa si sono distinti. E, come i classici insegnano, se si ha memoria di qualcuno, se ne protrae l’esistenza.”