Pensione INPS requisiti per ogni tipo di quiescenza

Pensione INPS requisiti: quali sono richiesti per anticipate e di vecchiaia? Esaminiamo tutte le misure in vigore nel 2020.

Pensione INPS requisiti per lasciare il mondo del lavoro nel 2020, vediamo quali sono e per quali misure. Come possiamo notare nel mondo della previdenza italiana ci sono moltissime misure che permettono il pensionamento di vecchiaia, anticipato, per invalidità, a chi assiste familiari disabili, per è è disoccupato. Cerchiamo di capire in questo articolo qual è la misura più adatta, in base ai requisiti in proprio possesso, per lasciare il mondo del lavoro in base alle pensioni news.

Pensione INPS requisiti

Partiamo dalle misure di vecchiaia che sono essenzialmente 3, ordinaria, contributiva e anticipata premettendo che è possibile fare una simulazione dell’importo spettante con il servizio la mia pensione INPS offerto, gratuitamente dall’istituto.

La pensione di vecchiaia contributiva è la pensione INPS che richiede il requisito anagrafico più alto: accessibile al compimento dei 71 anni richiede, però, solo un minimo di 5 anni di contributi.

La pensione di vecchiaia ordinaria, invece, oltre a richiedere il compimento dei 67 anni di età vuole anche un minimo di 20 anni di contributi maturati.

La pensione di vecchiaia anticipata, invece, è una misura studiata appositamente per i lavoratori del settore privato con invalidità civile pari o superiore all’80% e richiede almeno 56 anni di età per le donne e almeno 61 anni per gli uomini. In ogni caso sia per uomini che per donne sono richiesti almeno 20 anni di contributi.

Proseguiamo la nostra carrellata con le pensioni anticipata e i requisiti che sono necessari per accedere.

La pensione anticipata ordinaria, così come previsto dalla Legge Fornero, richiede almeno 42 anni e 10 mesi di contributi per gli uomini e 41 anni e 10 mesi di contributi per le donne. 

La pensione con la quota 100, invece, oltre a richiedere almeno di aver compiuto i 62 anni necessita anche di almeno 38 anni di contribuzione maturati. la misura resterà in vigore solo fino al 31 dicembre 2021.

La pensione quota 41, invece, è una misura dedicata ai lavoratori precoci. Per  accedere necessita di almeno 41 anni di contributi maturati e che almeno 12 mesi di questi ultimi siano stati accreditati prima del compimento dei 19 anni di età. La misura è aperta soltanto a disoccupati, caregiver, invalidi, usuranti e gravosi.

L’Ape sociale, che rimarrà in vigore solo fino al 31 dicembre 2020, è una misura che permette il pensionamento di disoccupati, caregiver e invalidi che abbiano accumulato almeno 30 anni di contributi. Per usuranti e gravosi sono necessari, invece, almeno 36 anni di contributi. A tutti è richiesto di aver compiuto almeno 63 anni.

Per finire la pensione anticipata contributiva richiede almeno 64 anni di età unitamente ad almeno 20 anni di contributi. E’ richiesto, inoltre, per poter accedere, di vedersi liquidare un assegno pensionistico che sia pari o superiore a 2,8 volte il minimo INPS. La misura, essendo contributiva, prevede l’accesso solo per coloro che hanno versato tutti i contributi dopo il 1995 o, in alternativa a coloro che possono optare per il computo nella gestione separata.

Si ricorda che per tutte le misure è necessario presentare domanda di pensione INPS qualche mese prima del raggiungimento dei requisti per avere decorrenza dell’assegno il primo mese dopo il compimento dell’età o del raggiungimento dei contributi richiesti.


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp

Patrizia Del Pidio

Giornalista pubblicista, oltre ad essere proprietaria e autrice presso Notizieora.it, collaboro da anni con la testata Orizzontescuola.it. Scrivere è da sempre la mia passione e farlo come professione è stata la realizzazione di un sogno. Esperta di fiscalità e pensioni mi piace rispondere ai quesiti che i miei lettori quotidianamente mi inviano per fare in modo che, nel mio piccolo, la burocrazia possa essere più facile e alla portata di tutti.