Pensione, operaio 61 anni e 41 anni di contributi con familiare con legge 104

Pensione anticipata per un operaio con 61 anni e 41 anni di contributi versati, con familiare con handicap grave legge 104 art. 3 comma 3, quando può uscire dal lavoro?

In tema di pensione, un lettore ci ha posto la seguente domanda:

Scusate un operaio di 61 anni e 41anni di contributi e la moglie invalida con accompagnamento può andare in pensione?

Analizzeremo l’attuale normativa e cosa è previsto nell’accordo di Governo in riferimento alla Quota 100 e alla Quota 41

Pensione anticipata con 41 anni di contributi

Possono accedere alla pensione anticipata con 41 anni di contributi, con almeno 12 mesi di lavoro effettivo, entro il compimento del diciannovesimo anno di età, inoltre devono trovarsi nelle seguenti condizioni:

  1. lavoratori dipendenti in stato di disoccupazione per cessazione del rapporto di lavoro a seguito di licenziamento, anche collettivo, dimissioni per giusta causa o risoluzione consensuale e che non percepiscono più da almeno tre mesi la prestazione per la disoccupazione loro spettante;
  2. lavoratori dipendenti ed autonomi che assistono, al momento della richiesta e da almeno sei mesi, il coniuge o un parente di primo grado convivente con handicap in situazione di gravità (ai sensi dell’articolo 3, comma 3, della legge 5 febbraio 1992, n. 104);
  3. lavoratori dipendenti ed autonomi che hanno una riduzione della capacità lavorativa, accertata dalle competenti commissioni per il riconoscimento dell’invalidità civile, superiore o uguale al 74%;
  4. lavoratori dipendenti addetti a lavori usuranti (articolo 1, commi 1, 2 e 3, del decreto legislativo 21 aprile 2011, n. 67);
  5. lavoratori che svolgono mansioni lavoro gravoso, da almeno sei anni in via continuativa.

Pensione anticipata lavori gravosi: il nuovo modulo AP116

Risposta al nostro lettore con la normativa in vigore

Se lei ha svolto lavoro prima dei 19 anni con contributi regolarmente versati per almeno 52 settimane, e poichè si trova nel secondo punto di carigever (assistenza a familiare con disabilità grave), può fare domanda di pensione anticipata con Quota 41, indipendentemente dall’età. Le consiglio di rivolgersi ad un patronato per analizzare la sua posizone contributiva.

Analizziamo adesso cosa prevede la nuova misura prevista nel contratto di Governo a firma di Di Maio – Salvini.

Pensione Quota 41 per tutti

pensione precoci modulo AP116Nel contratto di Governo firmato da Lega e Movimento 5 Stelle, sono state previste importanti novità sul fronte pensionistico. E’ stata inserita oltre la quota 100 anche la quota 41 senza vincoli.

Al raggiungimento dei 41 anni di contributi si potrà andare in pensione. Non si parlerà più di pensione anticipata, ma di pensione.

La nuova Quota 41 dovrebbe partire dal 1° gennaio 2019, ma in realtà non si sa ancora niente, molte le ipotesi, ma nulla di concreto.

Quindi, si spera che il nuovo Governo renda la vita più semplice agli italiani, lasciando aperture alle nuove riforme, senza criticità e vincoli.

Pensione Quota 100

Sulla Quota 100 molte perplessità, nel contratto di Governo è riportato: “Daremo fin da subito la possibilità di uscire dal lavoro Quota 100quando la somma dell’età e degli anni di contributi del lavoratore è almeno pari a 100, con l’obiettivo di consentire il raggiungimento dell’età pensionabile con 41 anni di anzianità contributiva, tenuto altresì conto dei lavoratori impegnati in mansioni usuranti. Inoltre è necessario riordinare il sistema del welfare prevedendo la separazione tra previdenza e assistenza. Prorogheremo la misura sperimentale “opzione donna” che permette alle lavoratrici con 57-58 anni e 35 anni di contributi di andare in quiescenza subito, optando in toto per il regime contributivo. Prorogheremo tale misura sperimentale, utilizzando le risorse disponibili”.

Ci si aspettava che la Quota 100 fosse una somma di anni e età, arrivati alla somma 100 si poteva andare in pensione, ad esempio (63 anni + 37 anni di contributi =100) oppure (62 anni + 38 di contributi = 100), ma non è così. Almeno da indiscrezioni la Quota 100 avrà un vincolo di età di 64 anni e minimo 36 anni di contributi regolarmente versati.

Su questo punto, è intervenuta l’Anief con un comunicato: Pensione Quota 100, una beffa, non rispetta il contatto di Governo, tutte le novità

La delusione dei cittadini è tanta si spera che trovino la soluzione giusta che non leda i diritti dei lavoratori sempre più spesso calpestati.

Leggi anche: Pensione di cittadinanza integrazione dell’assegno sociale, quando è possibile fare domanda al Caf?

Redazione NotizieOra

Articoli redatti dai nostri esperti di Fisco, diritto ed economia.