Pensione Opzione donna e anticipo TFS nel 2020, è possibile?

Pensione anticipata Opzione donna con anticipo del Trattamento di fine servizio di 45mila euro, possibile fare domanda? Ecco la risposta.

La pensione Opzione donna è una misura previdenziale che permette alle lavoratrici dipendenti del settore pubblico e privato, e le lavoratrici autonome di accedere alla pensione con 58 o 59 anni di età e con un’anzianità contributiva di 35 anni. Entrambi i requisiti devono essere stati maturati entro il 31 dicembre 2019. La pensione donna “Opzione donna” fa parte delle pensioni news e termina il 31 dicembre 2020, salvo eventuale proroga nella nuova legge di bilancio. 

Pensione Opzione donna e anticipo TFS

Una lettrice ci pone la seguente domanda: “Sono un ex dipendente scuola e da settembre 2019 sono in pensione con Opzione donna, posso accedere anch’io all’anticipo del trattamento di fine servizio?”

L’anticipo del trattamento di fine servizio (TFS) normato nel decreto legge numero o4/2019 articolo 23 e il successivo DPCM attuativo n. 51/2020 non prevedono la possibilità di chiedere l’anticipo del TFS per le lavoratrici che hanno richiesto la pensione anticipata Opzione donna. 

L’anticipo del TFS di una somma pari a 45.000 euro, è previsto per i lavoratori del settore pubblico che scelgono di uscire dal lavoro con la quota 100, la pensione anticipata e la pensione di vecchiaia. 

La specifica è contenuta in modo esplicito anche nel decreto legge numero 4/2019, il quale riporta che possono accedere all’anticipo del trattamento di fine servizio o fine rapporto, i dipendenti delle pubbliche amministrazioni ai quali è liquidata la pensione con la quota 100, oppure, accedono al trattamento di pensione ai sensi dell’art. 24 del decreto legge numero 6/2011 n. 201, con successive modificazioni, con la legge numero 214/2011. 

I riferimenti normativi riguardano la pensione anticipata e quella di vecchiaia che hanno subito delle modifiche con la legge Fornero del 2011. 

La pensione anticipata Opzione donna è entrata in vigore con la legge n. 243/04, prorogata di volta in volta e con requisiti accessibili ad un ampia platea di lavoratrici. 

Quindi, lei non può fare domanda dell’anticipo TFS di 45.000 euro in quanto non è stato contemplato dalla normativa per la pensione Opzione donna


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp
Per una risposta dei nostri esperti scrivi a consulenze@notizieora.it
I nostri esperti risponderanno alle domande in base alla loro rilevanza e all'originalità del quesito, rispetto alle risposte già inserite in archivio.

Angelina Tortora

Giornalista pubblicista, amministratore e autrice presso Notizieora.it. Ragioniera commercialista e revisore legale iscritta all'albo. Ha collaborato per molti anni con il Caf Tutela Fiscale e con la testata Investireoggi.it area Fisco e previdenza. Scrivere è passione, è vita, mi accompagna da quando ero bambina. Attraverso la scrittura posso comunicare notizie, idee e soprattutto aiutare gli altri. In un mondo dove tutto va all’incontrario, e dove tutto è confusione, il mio obiettivo è quello di diffondere notizie che aiutino. NotizieOra rappresenta la realizzazione di un sogno, dove esprimersi è libertà, è passione. “Solo attraverso la scrittura possiamo avere notizia di uomini che ci hanno preceduto e scoprire in cosa si sono distinti. E, come i classici insegnano, se si ha memoria di qualcuno, se ne protrae l’esistenza.”