Pensione Opzione donna nel 2020, la normativa sulla cristallizzazione del diritto

Pensione Opzione donna nel 2020 e cristallizzazione del diritto al pensionamento, qual è la normativa di riferimento?

La proroga Opzione donna 2020 non è ancora effettiva, bisogna attendere la pubblicazione della Legge di Bilancio 2020 nella G.U. e le circolari Inps con le modalità attuative. La proroga è stata approvata per il 2020 con un cambio di requisiti, infatti potranno accedere alla misura pensionistica le lavoratrici che matureranno entrambi i requisiti richiesti entro il 31 dicembre 2019. La bozza legge di Bilancio approvata alla Camera prevede all’art. 55 prevede la modifica dei requisiti con la possibilità di fare domanda per tutto il 2020. Nello specifico l’art. 55 sostituisce le parole “il 31 dicembre 2018”  dalle seguenti: “il 31 dicembre 2019” e le parole “entro il 28 febbraio 2019” sono sostituite dalle seguenti: “entro il 29 febbraio 2020

Pensione Opzione donna nel 2020: la normativa 

Gentile Dott.ssa Tortora, mi interessa molto l’articolo del 5 dicembre 2019(o dei primi di dicembre) riguardante la cristallizzazione del diritto alla pensione con opzione donna 2020. Io ho i requisiti anagrafici e contributivi in questo anno. Se non dovessi fare domanda per l’anno prossimo, lei ha scritto  che potrò farla negli anni successivi anche se non dovessero più prorogare opzione donna. Poiché al sindacato mi hanno detto che potrò farla in futuro solo se prorogheranno opzione donna, cortesemente ha dei riferimenti legislativi da indicarmi? Mi interessa molto perché sarebbe come avere un bonus da utilizzare quando è strettamente necessario dato che la perdita in termini economici è notevole. Diversamente potrebbe essere un’opportunità perduta. Spero tanto in una sua risposta perché tengo moltissimo a questa informazione. La ringrazio e La saluto, F. C.

Per approfondimenti: Pensione Opzione donna con 58 anni di età e 35 di contributi maturati entro il 31 dicembre 2019

I chiarimenti Inps

L’Inps chiarisce che le lavoratrici conseguono il diritto al trattamento pensionistico dopo la finestra di 12 mesi dalla maturazione dei requisiti se si tratta di lavoratrici dipendenti; 18 mesi se si tratta di lavoratrici autonome. Esonerate dalle finestre di attesa le lavoratrici del comparto scuola e dell’Alta Formazione Artistica Musicale e Coreutica (AFAM).

Per effetto della cristallizzazione del diritto, se una lavoratrice matura i requisiti nell’anno richiesto; può fare domanda anche in un momento successivo.

Per avere il riferimento normativo richiesto per il 2020 bisogna attendere le pubblicazioni ufficiali. Poiché la normativa non è variata sotto questi aspetti ma solo per i requisiti temporali, ampliando la platea dei beneficiari, si fa riferimento alla normativa in corso.

Può visionare direttamente qui il sito dell’Inps: Pensione Opzione donna del 2019


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instragram - Pinterest - Youtube

Per una risposta dei nostri esperti scrivi a consulenze@notizieora.it
I nostri esperti risponderanno alle domande in base alla loro rilevanza e all'originalità del quesito, rispetto alle risposte già inserite in archivio.

Angelina Tortora

Proprietaria, amministratore e autrice presso Notizieora.it. Scrivere è passione, è vita, mi accompagna da quando ero bambina. Attraverso la scrittura posso comunicare notizie, idee e soprattutto aiutare gli altri. In un mondo dove tutto va all’incontrario, e dove tutto è confusione, il mio obiettivo è quello di diffondere notizie che aiutino. NotizieOra rappresenta la realizzazione di un sogno, dove esprimersi è libertà, è passione. “Solo attraverso la scrittura possiamo avere notizia di uomini che ci hanno preceduto e scoprire in cosa si sono distinti. E, come i classici insegnano, se si ha memoria di qualcuno, se ne protrae l’esistenza.”