Pensione, pensione, pensione: quando posso accedervi?

L’ossessione degli italiani, ormai, è la pensione a causa dei continui cambiamenti del nostro sistema previdenziale, Vediamo le possibilità di pensionamento di alcuni nostri lettori.

Gli italiani sono confusi e dubbiosi in ambito previdenziale: dal 2011 ad oggi troppe cose sono cambiate togliendo l’unica certezza che i lavoratori avevano, andare in pensione dopo un tot anni di lavoro o al compimento di una determinata età. Dal 2011 tutto è cambiato, nuove misure si sono affiancate alla classica pensione di vecchiaia e alla pensione anticipata, è intervenuto l’aumento dell’età pensionabile per adeguamento alla speranza di vita Istat e anche il fatto che con ogni legge di Bilancio si proroghino misure esistenti o se ne inseriscano di nuove, non aiuta certo ad orientarsi nella burocrazia previdenziale. 

Quando in pensione?

I nostri lettori ci scrivono:

  1. Buongiorno
    Per il raggiunto dei 38 anni di contributi necessari per quota 100, i periodi di cassa integrazione e mobilità contano nella somma contributiva per arrivare ai 38 anni necessari per quota 100.
    Ringraziando anticipatamente, cordiali saluti.
  2. Salve ho 28 a mi di servizio presso la pubblica amministrazione più 8 anni da artigiano più circa Uno da apprendista con 58 anni di età compiuti. Quando andrò in pensione?? Grazie
  3. Buongiorno, mia moglie è nata nel 1958 ha 31 anni di contributi ha cessato di lavorare nel 21 12 2009.,quando può andare in pensione, grazie buona giornata. 
  4. Salve, sono nata nel 1956, con 32anni di contributi e il 60%di invalidità. Sono disoccupata dal novembre 2015, dopo parecchi anni di lavoro autonomo, nell’ultimo anno ho trovato lavoro dipendente solo con contratti a termine. Mi sono rivolta al Caf l’anno scorso chiedendo la possibilità di accedere all ape social , mi è stato riferito che essendo stato l ultimo impiego con contratto a termine avrei dovuto avere 18mesi di lavoro dipendente nei 3anni prima della richiesta, ma mancandomi due mesi non ho diritto. Sono disoccupata e senza alcun reddito. Ma non ho davvero alternativa? Ringraziando per l’attenzione resto in attesa di una vostra cortese risposta.

Per rispondere ai nostri lettori:

1)Per la quota 100 è necessario che almeno 35 anni, dei 38 anni di contributi richiesti, siano raggiunti senza conteggiare la malattia e l’indennità di disoccupazione. Per quel che riguarda, invece, la mobilità e la cassa integrazione, possono essere conteggiate tranquillamente nel totale dei contributi (anche nei 35 anni, per intenderci).

2) Dovrebbe, quindi, avere, facendo un rapido conteggio, circa 37 anni di contribuzione maturata in totale. Con 58 anni, purtroppo, non può accede ad alcuna misura e il pensionamento più vicino, nel suo caso, è rappresentato dalla pensione anticipata ordinaria al raggiungimento dei 42 anni e 10 mesi di contributi se è uomo o al raggiungimento dei 41 anni e 10 mesi se è donna.

3) Sua moglie con 62 anni di età e con 31 anni di contributi, purtroppo, non può accedere ad alcuna forma previdenziale in vigore attualmente se non alla pensione di vecchiaia al compimento dei 67 anni di età. Per le altre misure, infatti, non raggiunge il requisito contributivo (per quota 100, ad esempio, sono richiesti 38 anni di contributi).

4) Purtroppo  così come le hanno detto: per accedere all’Ape sociale dopo un contratto a tempo determinato è necessario possedere nei 3 anni precedenti almeno 18 mesi contrattualizzati come dipendente. Purtroppo non vedo altre alternative per un pensionamento anticipato e credo che la sua unica alternativa sia attendere il compimento dei 67 anni per accedere alla pensione di vecchiaia.


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Per una risposta dei nostri esperti scrivi a consulenze@notizieora.it
I nostri esperti risponderanno alle domande in base alla loro rilevanza e all'originalità del quesito, rispetto alle risposte già inserite in archivio.

Patrizia Del Pidio

Giornalista pubblicista, oltre ad essere proprietaria e autrice presso Notizieora.it, collaboro da anni con la testata Orizzontescuola.it. Scrivere è da sempre la mia passione e farlo come professione è stata la realizzazione di un sogno. Esperta di fiscalità e pensioni mi piace rispondere ai quesiti che i miei lettori quotidianamente mi inviano per fare in modo che, nel mio piccolo, la burocrazia possa essere più facile e alla portata di tutti.