Pensione per tutti a 64 anni e 20 di contributi, la proposta che fa discutere

La proposta pensione a 64 anni di Tommaso Nannicini, ha creato non poche critiche da parte dei lettori, ecco cosa pensano i lavoratori

Abbiamo pubblicato la proposta di Nannicini sulla pensione a 64 anni con un minimo di 20 anni di contributi che mette in soffitta Quota 100 e Opzione donna. Molte le polemiche dei nostri lettori a fronte di questa nuova proposta pensionistica. In breve, la proposta prevede il pensionamento anticipato per tutti senza vincoli e paletti all’età anagrafica di 64 anni con un requisito contributivo minimo di 20 anni di contributi utili. I lavoratori che sceglieranno questa misura dovranno optare per il calcolo dell’assegno con il sistema interamente contributivo; ricordiamo che quest’opzione è molto penalizzante.

Per approfondimenti sulla misura,  vi consigliamo di leggere: Pensione per tutti con 64 anni e 20 di contributi, senza paletti e vincoli ma con penalizzazione, la nuova proposta

Pensione a 64 anni: ecco alcuni commenti alla proposta da parte dei nostri lettori

Ecco alcuni commenti dei lettori alla proposta di Nannicini, con alcune risposte:

1) Ho letto la proposta del senatore Nannicini ,dal 2022, 64 anni con 20 di contributi. Mi sembra penalizzante per coloro ,vedi precoci ,che 41 anni di contributi possono andare a 60 – 61 anni di età.  Resterebbe l’anticipata  con 42 e 10 mesi come adesso per gli uomini o 41,10 per le donne ?

La proposta non parla di eliminare la pensione anticipata, ma di eliminare la quota 100 alla fine della sperimentazione e gradualmente aumentare ogni anno di 12 mesi il requisito anagrafico per l’Opzione donna, fino a portarla al 2028 alla pensione a 64 anni, come prevede la proposta.

2) Buongiorno sig. Nannicini, grazie per quello che hai fatto per noi Albanesi…speriamo che questa volta c’è qualcosa per noi. Io sono V….., ho 66 anni e disoccupato da 5 anni, non arriva minimo 20 ani e non prendo niente. È possibile per contare i nostri anni con mobilita come anni di lavoro. Come si fa per vivere così senza niente, senza dignità. L’Italia e la nostra seconda patria, noi viviamo qui e moriamo qui, chi deve pensare per noi. E ‘giusto per  prendere come grande amico per il nostro popolo.

La proposta di Nannicini prevede un minimo di 20 anni di contributi utili, si considerano contributi utili: contributi obbligatori, da riscatto, volontari, ad esclusioni dei contribuiti figurativi per disoccupazione e malattia.

3) Buona sera, vorrei capire che testa di legno ha questo politico. Questa non è  una proposta ma un insulto al popolo italiano dei lavoratori. Evidentemente lui non è in grado minimamente  dj capire cosa vuol dire lavorare 35 anni. La  proposta corretta e giusta è ripristinare i 35 anni di anni anzianità massimo con minimi 25 anni di contributi versati per andare in pensione.  Voi politici pensate a ridurre le spese con coscienza …. Non penalizzando sempre la povera gente…. volete arrivare ad avere una rivoluzione come nel 1800 ???? Ci avete  rubato la vita a noi 55 anni.  Vi dovreste vergognare.

Tanti i commenti dei lettori, ma tutti sono della stessa idea: 60 anni di età e 30/35 anni di contributi per tutti e senza penalizzazione. Sembra che questa sia la formula giusta per gli italiani che desiderano godersi qualche anno di pensione.

Pensionamento adeguato: il cammino ancora lungo

Il cammino è ancora lungo e tortuoso e con tutte le riforme che si susseguono e cambiano in base al Governo non fa che regnare la confusione. In molti considerano questa misura un’estensione della pensione minima che diventerà ancora più minima, altri paragonano questo misura pensionistica al reddito di cittadinanza.

Altri pensano che i poveri diventeranno più poveri e niente potrà sollevare questo paese. Insomma, questa proposta non ha entusiasmato i lavoratori già tanto provati dai continui cambiamenti di rotta sul sistema pensionistico.


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Per una risposta dei nostri esperti scrivi a consulenze@notizieora.it
I nostri esperti risponderanno alle domande in base alla loro rilevanza e all'originalità del quesito, rispetto alle risposte già inserite in archivio.

Angelina Tortora

Giornalista pubblicista, amministratore e autrice presso Notizieora.it. Scrivere è passione, è vita, mi accompagna da quando ero bambina. Attraverso la scrittura posso comunicare notizie, idee e soprattutto aiutare gli altri. In un mondo dove tutto va all’incontrario, e dove tutto è confusione, il mio obiettivo è quello di diffondere notizie che aiutino. NotizieOra rappresenta la realizzazione di un sogno, dove esprimersi è libertà, è passione. “Solo attraverso la scrittura possiamo avere notizia di uomini che ci hanno preceduto e scoprire in cosa si sono distinti. E, come i classici insegnano, se si ha memoria di qualcuno, se ne protrae l’esistenza.”