Pensione quota 100, anticipata e di vecchiaia: domande e risposte

Chiariamo qualche dubbio in ambito previdenziale rispondendo alle domande dei nostri lettori.

Molti sono i dubbi che i lavoratori italiani hanno sul mondo previdenziale e proprio per questo ci adoperiamo a rispondere ai loro quesiti. In questo articolo affronteremo 3 temi diversi, sempre in ambito previdenziale, per rispondere alle domande dei nostri lettori sulla presentazione della domanda di pensione, sulla quota 100 e sulla pensione di vecchiaia o anticipata.

Domanda di pensione: quando?

Buongiorno.
Una domanda. Per quota 100, al 28/06/2020 maturo i 62 anni di età anagrafica e ho circa 40 anni e qualche settimana di contribuiti versati , contando Mobilita’ e cassa integrazione. Quanto tempo prima dei 62 anni posso presentare la domanda.
Ringraziando anticipatamente cordiali saluti.

Le consiglierei di presentare domanda uno o due mesi prima del compimento dei 62 anni, visto che in ogni caso dovrà attendere i 3 o 6 mesi di finestra obbligatori e la pensione, quindi, decorrerà dopo tale termine dopo il compimento dei 62 anni.

Pensione quota 100 e penalizzazione

Salve volevo una informazione
Ad agosto compirò’ 62 anni ed avendo 40 anni e qualche mese di contributi vorrei andare in pensione con quota 100
Dovendo attendere 6 mesi di finestra per l’uscita in quanto dipendente pubblico al momento dell’uscita dovrei raggiungere quasi 41 anni di contributi versati
dovrei andare col sistema misto
La domanda e’ : quanto posso perdere sull’assegno pensionistico?
Ringraziando attendo fiducioso una risposta

Come spesso abbiamo scritto anche in altri articoli, la pensione con la quota 100 non prevede penalizzazioni sul calcolo dell’assegno pensionistico. La pensione, infatti, viene calcolata come per qualsiasi altra misura, ovvero:

  • Per chi ha iniziato a lavorare dopo il 31 dicembre 1995 il calcolo della pensione sarà interamente contributivo.
  • Il calcolo retributivo resta per i contributi versati fino al 31 dicembre 2011 per chi aveva maturato 18 anni di contributi al 31 dicembre 1995.
  • Il calcolo retributivo per i contributi versati fino al 31 dicembre 1995 per tutti coloro che in tale data lavoravano ma non avevano maturato 18 anni di contributi.

Ovviamente, però, uscendo dal lavoro circa 3 anni prima rispetto a quando sarebbe andato con la pensione anticipata ordinaria, una differenza sull’assegno pensionistico ci sarà poichè avrà quasi 3 anni in meno di contributi versati. Ma non si tratta di una perdita, bensì soltanto di versamenti minori.

Pensione a 53 anni?

Salve ho 53 anni e quasi 30 anni di contributi versati a partire dal 1990 sono una dipendente pubblica e ho un invalidità del 50% quanto ancora dovrò aspettare per andare in pensione? C è una possibilità che io possa andare in pensione a breve? Grazie

Le premettono fin da subito che in ogni caso un’invalidità al 50% non da diritto ad alcuna forma di anticipo pensionistico (e nel pubblico impiego, tra l’altro, non è possibile neanche accedere alla pensione di vecchiaia anticipata per lavoratori invalidi o all’assegno ordinario di invalidità).

Essendo, però, lei molto giovane ed avendo anche un buon numero di anni di contributi la possibilità di anticipare il pensionamento rispetto ai 67 anni necessari per la pensione di vecchiaia esiste. Potrebbe accedere alla pensione anticipata ordinaria alla maturazione dei 41 anni e 10 mesi di contributi, ad esempio. Se, poi, l’opzione donna divenisse strutturale (ma di questo non vi è certezza) potrebbe accedere al pensionamento con opzione donna al compimento dei 58 anni contestualmente alla maturazione dei 35 anni di contributi. Infine, anche se al momento se ne sa molto poco, entro il 2022 dovrà essere varata un riforma previdenziale che permetta il pensionamento flessibile dopo la scadenza di quota 100. Dovrà attendere un paio di anni per capire se questa misura che verrà varata sarà applicabile anche al suo caso.


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp
Per una risposta dei nostri esperti scrivi a consulenze@notizieora.it
I nostri esperti risponderanno alle domande in base alla loro rilevanza e all'originalità del quesito, rispetto alle risposte già inserite in archivio.

Patrizia Del Pidio

Giornalista pubblicista, oltre ad essere proprietaria e autrice presso Notizieora.it, collaboro da anni con la testata Orizzontescuola.it. Scrivere è da sempre la mia passione e farlo come professione è stata la realizzazione di un sogno. Esperta di fiscalità e pensioni mi piace rispondere ai quesiti che i miei lettori quotidianamente mi inviano per fare in modo che, nel mio piccolo, la burocrazia possa essere più facile e alla portata di tutti.