Pensione quota 100 e cristallizzazione del diritto, la finestra rientra?

Pensione quota 100 e cristallizzazione del diritto dopo il 2021, cosa succede alla finestra mobile che termina nel 2022?

Alla pensione quota 100 si applica la cristallizzazione del diritto, questo significa che entro la scadenza della misura se il lavoratore ha perfezionato entrambi i requisiti richiesti: 62 anni di età anagrafica e 38 anni di contributi, può fare domanda anche in un momento successivo alla scadenza della misura pensionistica.  Ma cosa succede alla finestra mobile di uscita di sei mesi o tre mesi?

Pensione quota 100 e cristallizzazione del diritto

Un lettore ci ha posto la seguente domanda: Buongiorno sono un funzionario comunale e il 28 agosto del 2021 raggiungerò i 62 anni di età con circa 40 anni di contributi. Quindi raggiungendo quota 100 posso avere diritto alla pensione anche se i successivi 6 mesi di lavoro che dovrò assicurare terminano il 28 febbraio 2022 ? Grazie per la risposta. 

Ricordiamo che la pensione quota 100 fa parte delle pensioni news in vigore nel 2020. Come sopra specificato, il lavoratore che matura i requisiti entro la scadenza della quota 100, prevista entro il 31 dicembre 2021 (validità di un triennio sperimentale 2019/2021), si può fare domanda di pensionamento in qualsiasi momento, anche successivamente alla scadenza della misura pensionistica.

Il diritto una volta acquisito (cristallizzato) non viene meno e resta nel tempo. In riferimento alla finestra mobile non viene considerata come limite. Il decreto legge numero 4/2019 precisa che possono accedere coloro che hanno maturato i requisiti richiesti entro il 31 dicembre 2021.

Quindi, lei avendo maturato i requisiti nei termini previsti dalla normativa (31 dicembre 2021) può accedere alla pensione anche a febbraio 2022 dopo il periodo di sei mesi della finestra mobile.

Parte del testo del decreto legge n. 4/2019 sulla cristallizzazione del diritto 

Il testo del decreto legge n. 4/2019 pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale all’art. 14 punto 1, riporta “Il diritto conseguito entro il 31 dicembre 2021 può essere esercitato anche successivamente alla predetta data, ferme restando le disposizioni del presente articolo”.

Sempre allo stesso punto, viene chiarito che la pensione Quota 100 non è soggetta all’adeguamento all’aspettativa di vita e quindi, i requisiti restano invariati per il triennio sperimentale in corso: dal 2019 al 2021. 


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp
Per una risposta dei nostri esperti scrivi a consulenze@notizieora.it
I nostri esperti risponderanno alle domande in base alla loro rilevanza e all'originalità del quesito, rispetto alle risposte già inserite in archivio.

Angelina Tortora

Giornalista pubblicista, amministratore e autrice presso Notizieora.it. Ragioniera commercialista e revisore legale iscritta all'albo. Ha collaborato per molti anni con il Caf Tutela Fiscale e con la testata Investireoggi.it area Fisco e previdenza. Scrivere è passione, è vita, mi accompagna da quando ero bambina. Attraverso la scrittura posso comunicare notizie, idee e soprattutto aiutare gli altri. In un mondo dove tutto va all’incontrario, e dove tutto è confusione, il mio obiettivo è quello di diffondere notizie che aiutino. NotizieOra rappresenta la realizzazione di un sogno, dove esprimersi è libertà, è passione. “Solo attraverso la scrittura possiamo avere notizia di uomini che ci hanno preceduto e scoprire in cosa si sono distinti. E, come i classici insegnano, se si ha memoria di qualcuno, se ne protrae l’esistenza.”