Pensione Quota 100 e riscatto laurea, i contributi saranno considerati come effettivi?

Pensione Quota 100, i contributi riscattati per il corso laurea, sarà utile al requisito contributivo richiesto per la nuova misura pensionistica?

La pensione Quota 100 è ancora allo studio al Governo, tanti i dubbi e le perplessità. In quest’articolo esaminiamo il quesito di un nostro lettore:

Gli anni universitari riscattati vengono considerati contributi effettivi quindi fanno parte dei 38 anni?

Analizziamo quali contributi si possono riscattare ai fini pensionistici.

Pensione e  contributi che si possono riscattare

È consentito riscattare i periodi di lavoro non coperti da contribuzione (omessi) e per i quali non sussiste più l’obbligo assicurativo (prescritti), se i contributi risultano non versati:

  • dal datore di lavoro per attività lavorativa subordinata;
  • dal titolare di impresa artigiana o commerciale per i coadiuvanti;
  • dal titolare del nucleo coltivatore diretto, colono e mezzadro in favore dei familiari coadiuvanti.
  • dagli iscritti alla gestione separata che non siano titolari all’obbligo contributivo.(circolare 101/2010) 

Periodi scoperti di contribuzione

È consentito riscattare i periodi non coperti da contribuzione relativi:

  • il corso legale di laurea, le lauree brevi e i titoli di studio ad esse equiparati;
  • l’attività lavorativa svolta all’estero in Paesi non convenzionati;
  • l’astensione facoltativa per maternità che si colloca al di fuori del rapporto di lavoro;
  • gli anni di praticantato effettuati dai Promotori finanziari;
  • l’attività svolta con contratto di collaborazione coordinata e continuativa per periodi antecedenti il 1.4.1996;
  • i periodi non lavorati e privi di contribuzione previsti da specifiche disposizioni di legge e comunque successivi al 31.12.1996;
  • periodi di lavoro svolto con contratto part time;
  • i periodi di lavoro socialmente utili per la copertura delle settimane utili per il calcolo della misura delle pensioni ulteriori periodi di riscatto previsti da specifiche disposizioni di legge.

Pensione quota 100 e contributi figurativi: quali novità?

Pensione Quota 100 e periodi riscattati per il corso laurea

Dalle ultime indiscrezioni, il periodo contributivo riscattato per il corso di laurea, è utile alla formazione del requisito contributivo richiesto dalla Quota 100. Ricordiamo che i requisiti sono: 62 anni di età e 38 anni di contributi. Per essere sicuri, bisogna attendere che la riforma pensioni diventi definitiva, attualmente è ancora allo studio.

Per una risposta dei nostri esperti scrivi a consulenze@notizieora.it

Redazione NotizieOra

Articoli redatti dai nostri esperti di Fisco, diritto ed economia.