Pensione quota 100: ecco le date delle finestre di uscita per i lavoratori privati

Quando si potrà accedere alla pensione con la quota 100? Ecco le date delle finestre di uscita per la decorrenza della pensione.

Sono molti i lettori che ci chiedono quando potranno accedere alla pensione con la quota 100 e fino ad ora, oltre a sapere che ci sarebbero state 4 finestre di uscita per i lavoratori del settore privato non eravamo in grado di fornire le date presunte per il pensionamento.

Con la quota 100, infatti, non sarà possibile il pensionamento e la liquidazione della pensione come avviene in regime di legge Fornero, ovvero con liquidazione della pensione il primo giorno successivo a quello della maturazione dei requisiti ma sarà ripristinato il vecchio regime di finestre fisse di uscita dal mondo del lavoro.

Quota 100: date finestre di uscita

Le finestre fisse di uscita altro non sono che della date fisse in cui si può accedere alla pensione e per la quota 100 ne sono state individuate 4 per ogni anno:

  • 1 gennaio
  • 1 aprile
  • 1 luglio
  • 1 ottobre

Ovviamente la data del 1 gennaio non sarà praticabile per il 2019 a causa dei tempi burocratici molti stretti e si partirà direttamente dalla finestra del 1 aprile.

Cosa significa questo?  Se il lavoratore matura i requisiti richiesti entro il mese di marzo accederà alla pensione il 1 aprile, se li matura entro il mese di giugno accederà il 1 luglio, se li matura entro il settembre accederà alla quota 100 il 1 ottobre e se matura i requisiti richiesti entro dicembre accederà alla pensione il 1 gennaio dell’anno successivo.

Da tenere presente però che al momento la quota 100 non è ancora una legge e tutto questo potrebbe subire modifiche così come potrebbero essere previsti mesi aggiuntivi di attesa per la decorrenza delle prime prestazioni.

Si ricorda che per i lavoratori del pubblico impiego sono previste soltanto 2 fisestre annue di uscite e un preavviso all’amministrazione di 6 mesi mentre per il comparto scula rimane l’unica finestra di uscita fissata al 1 settembre.


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp

Redazione NotizieOra

Articoli redatti dai nostri esperti di Fisco, diritto ed economia.