Pensione quota 100: le finestre non sono fisse, ecco come

Le finestre per accedere alla quota 100 sono fisse o la decorrenza della pensione è a discrezione del lavoratore?

Sono un dipendente del settore privato, al 31.12.2018 ho maturato i requisiti per andare in pensione con la quota 100 (ho 62 anni e 40 di contributi). Per motivi personali non posso accedere alla finestra di aprile, volevo sapere se posso andare in pensione il 1° maggio o devo necessariamente attendere la finestra di luglio
Grazie 
 
Anche se inizialmente si era parlato, per i dipendenti del settore privato, di 4 finestre annue fisse (gennaio, aprile, luglio e ottobre) per l’accesso alla pensione, la cosa non sarebbe stata giusta poichè non avrebbe richiesto per tutti la stessa attesa per la decorrenza della pensione. 
La finestra di accesso, secondo il decreto 4/2019, per la decorrenza della pensione è fissata dopo 3 mesi dalla maturazione di entrambi i requisiti ma questo non significa che debba essere utilizzata per forza.
L’importante, per il pensionamento, è che la finestra si apra, appunto, per i lavoratori privati a 3 mesi dalla maturazione dei requisiti e per i pubblici a 6 mesi. L’accesso alla pensione, poi, è a discrezione del lavoratore.
Per risponde alla sua domanda, quindi, non deve attendere la finestra di luglio (che non esiste) ma a partire dal 1 aprile può decidere lei in che mese andare in pensione.

Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp
Per una risposta dei nostri esperti scrivi a consulenze@notizieora.it
I nostri esperti risponderanno alle domande in base alla loro rilevanza e all'originalità del quesito, rispetto alle risposte già inserite in archivio.

Patrizia Del Pidio

Giornalista pubblicista, oltre ad essere proprietaria e autrice presso Notizieora.it, collaboro da anni con la testata Orizzontescuola.it. Scrivere è da sempre la mia passione e farlo come professione è stata la realizzazione di un sogno. Esperta di fiscalità e pensioni mi piace rispondere ai quesiti che i miei lettori quotidianamente mi inviano per fare in modo che, nel mio piccolo, la burocrazia possa essere più facile e alla portata di tutti.