Pensione quota 100: pro e contro nel campo delle ipotesi

Ancora nulla è stato deciso e si è nel campo delle ipotesi, ma quali sono i pro e i contro?

Il programma di governo prevede la tanto attesa quota 100 che permetterebbe il pensionamento un somma tra età anagrafica e contributiva che dia 100 come totale e la possibilità di ritirarsi con 41 anni di contributi.

Quota 100Tralasciando per un attimo la quota 41, vediamo quali sono i pro e i contro del pensionamento con la quota 100.

Per i lavoratori che hanno meno di 18 anni di contributi versati entro il 31 dicembre 1995 non sarebbe possibile valorizzare con il metodo retributivo le mensilità versate successivamente al 1996 se la misura, così come ipotizzato dall’economista Brambilla della Lega, dovesse prevedere il calcolo contributivo. Per coloro che entro la fine del 1995 non hanno 18 anni di contributi non cambia nulla, ma per gli altri la penalizzazione sarebbe pesante poichè aspettando la pensione di vecchiaia o anticipata per i versamenti dal 1996 al 2011 ci sarebbe il calcolo retributivo, Non che il calcolo contributivo sia necessariamente sfavorevole. Se si è avuta una carriera continua con stipendi sempre alti il calcolo contributivo conviene rispetto al retributivo, ma a questo punto ognuno dovrà fare attenzione ai propri calcoli e vedere quale sia la situazione più adatta ai propri contributi.

 

Nel campo delle proposte

Al momento, è bene sottolinearlo, si è solo nel campo delle ipotesi poichè non vi è ancora alcuna riforma delle pensioni che stabilisca una quota 100 e per capire come funzionerà bisognerà attendere provvedimenti veri e propri. C’è al momento l’ipotesi di Brambilla, però, che prevede almeno 64 anni e 36 anni di contributi. Non sarà possibile, allora, accedere alla quota 100 con 67 anni e 33 anni di contributi o con 60 anni e 40 anni di contributi.


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instragram - Pinterest - Youtube

Redazione NotizieOra

Articoli redatti dai nostri esperti di Fisco, diritto ed economia.