Pensione quota 100: si può accedere da disoccupati?

Cosa accade se, pur avendo 38 anni di contributi si perde il lavoro prima del compimento dei 62 anni, è possibile accedere alla quota 100?

Buongiorno, avrei un quesito da porvi al quale nessun patronato, né l’inps è riuscito a darmi una risposta univoca e certa…

Lavoro in Poste Italiane. Ho i miei 38 anni di contributi, ma ho “solo” 61 anni e 3 mesi. Poste sta “invogliando” il personale a lasciare l’Azienda e sto pensando di lasciare il servizio a giugno 2019, quando avrò 61 anni e 7 mesi. La mia domanda è: quando avrò i 62 anni, a novembre, rientrerò in quota 100 o avendo lasciato il servizio quando non avevo i requisiti canonici di quota 100 ne rimarrò escluso? Posso cioè chiedere la pensione al compimento del mio 62 esimo anno di età oppure dovrò aspettare e magari versarmi i contributi per i 41/42 anni di contributi?

Spero di esser stato chiaro nel porre la domanda ed attendo un vostro cortese riscontro.

Nel ringraziarvi porgo i miei più sinceri saluti.

Partendo dal presupposto che l’attuale decreto 4/2019 “ufficiale” pubblicato anche in Gazzetta Ufficiale non è ancora stato convertito in legge (e a tal proposito invito i nostri lettori a leggere l’articolo Quota 100 non è legge: si rischiano i nuovi esodati post Fornero?), in esso non è contenuto nessun divieto nell’accesso alla quota 100 per i disoccupati con almeno 38 anni di contributi.

L’unico requisito, quindi, che è necessario raggiungere prima di lasciare il lavoro sono gli anni di contributi per poi attendere il compimento dell’età anagrafica richiesta. A meno che, a questo punto, non ci siano grosse modifiche in fase di conversione in legge, può accedere alla quota 100 anche lasciando il lavoro a 61 anni e 7 mesi e attendere, poi, il compimento dei 62 anni senza lavorare.

Per una risposta dei nostri esperti scrivi a consulenze@notizieora.it
I nostri esperti risponderanno alle domande in base alla loro rilevanza e all'originalità del quesito, rispetto alle risposte già inserite in archivio.

Patrizia Del Pidio

Sono attualmente direttrice responsabile della testata online Investireoggi.it e collaboro da anni con la testata Orizzontescuola.it.Scrivere è da sempre la mia passione e farlo come professione è stata la realizzazione di un sogno. Esperta di fiscalità e pensioni mi piace rispondere ai quesiti che i miei lettori quotidianamente mi inviano per fare in modo che, nel mio piccolo, la burocrazia possa essere più facile e alla portata di tutti.