Pensione Quota 41 e contributi servizio militare di leva, validi come precoce?

Pensione anticipata Quota 41 per i lavoratori precoci, il servizio militare di leva coperto da contribuzione figurativa è utile al requisito precoce?

In riferimento alla contribuzione valida per la pensione Quota 41, un lettore ci chiede: Buongiorno, sono un autoferrotranviere a 17 anni sono entrato in marina militare con la ferma di 6 anni. Il periodo dei primi 18 mesi sono considerati come servizio militare, ma questo periodo è valido per accedere alla quota 41?

Pensione Quota 41 e servizio militare

Il requisito contributivo della pensione anticipata Quota 41 destinata ai lavoratori che hanno svolto prima del compimento del 19° anno di età almeno 12 mesi di contributi versati di lavoro effettivo. Sono esclusi i contributi figurativi e gli eventuali contributi da riscatto, quindi, nel caso del servizio militare che è coperto da contribuzione figurativa, non può essere utilizzato a computo dei 12 mesi prima del compimento del 19° anno di età.

Comunque, i contributi figurativi per il servizio militare di leva sono validi ai fini del pensionamento per la misura e per il diritto, ma non per il periodo di precoce.  

In riferimento al servizio militare, consigliamo di leggere: 

Pensione e servizio militare: c’è differenza fra servizio obbligatorio e volontario

Riscatto contributi servizio militare, se smarrito il congedo cosa fare?

Per una risposta dei nostri esperti scrivi a consulenze@notizieora.it
I nostri esperti risponderanno alle domande in base alla loro rilevanza e all'originalità del quesito, rispetto alle risposte già inserite in archivio.

Angelina Tortora

Scrivere è passione, è vita, mi accompagna da quando ero bambina. Attraverso la scrittura posso comunicare notizie, idee e soprattutto aiutare gli altri. In un mondo dove tutto va all’incontrario, e dove tutto è confusione, il mio obiettivo è quello di diffondere notizie che aiutino. NotizieOra rappresenta la realizzazione di un sogno, dove esprimersi è libertà, è passione. “Solo attraverso la scrittura possiamo avere notizia di uomini che ci hanno preceduto e scoprire in cosa si sono distinti. E, come i classici insegnano, se si ha memoria di qualcuno, se ne protrae l’esistenza.”