Pensione Quota 41 e legge 104: requisito di convivenza o coabitazione e tempi di attesa

Pensione anticipata Quota 41 per assistere il familiare con legge 104 art. 3 comma 3 (Caregiver), requisiti fondamentale e tempi di attesa, le novità.

La pensione anticipata Quota 41 per i “Caregiver” prevede il requisito di convivenza con il familiare con handicap grave (legge 104 art. 3 comma 3), un lettore ci ha contattato tramite la mail di consulenza@notizieora.it, ponendoci la seguente domanda: Nel caso di domanda di pensione  quota 41 per lavoratori precoci, titolari di Legge 104,  dove si parla di “ convivenza “ cosa si intende? Io abito nella stessa casa, stesso numero civico, al piano superiore, mentre la persona che assisto vive al piano inferiore.  È rispettato il requisito della convivenza? Grazie 

Quota 41 e convivenza con il familiare disabile

La normativa precede che possono accedere alla pensione anticipata Quota 41 i lavoratori dipendenti e autonomi che assistono il familiare in situazione di handicap grave ai sensi della legge 104 art. 3 comma 3, da circa sei mesi prima della domanda di pensionamento. È richiesto come requisito la convivenza con il familiare d’assistere, il requisito di convivenza si intende soddisfatto anche con la coabitazione (stesso stabile, stesso numero civico, diverso appartamento). Quindi nel caso esposto lei coabita con il familiare d’assistere e quindi può presentare domanda di pensionamento allegando la certificazione attestante la coabitazione con il familiare con legge 104 art. 3 comma 3.

Ricordiamo che per fare domanda con Quota 41 oltre alla tutela del “caregiver” sono richiesti 41 anni di contributi, indipendentemente dall’età anagrafica, di cui almeno un anno versato prima del compimento del 19° anno di età “lavoro precoce”.

Tempi di risposta dalla presentazione della domanda

Sempre in riferimento alla Quota 41 per “Caregiver”, un lettore che ci segue su WhatsApp, ci ha posto la seguente domanda: Buongiorno, avendo 41 e 6 mesi di contributi con 16 mesi di lavoro precoce, ho fatto domanda di pensione a maggio 2019 avendo requisito Caregiver 104 art 3 comma. 3, quanto tempo dovrò aspettare per avere risposta dall’ INPS. Grazie se vi è possibilità di risposta e buona giornata

Tempi di attesa

L’Inps ha pubblicato sul portale che le domanda saranno così elaborate: se le domande sono state presentate entro il 1° marzo dell’anno in corso, la risposta arriverà entro il 30 giugno di ciascun anno, se presentate oltre il 1° marzo e non oltre il 30 novembre la risposta arriverà entro il 31 dicembre di ciascun anno. Ricordiamo che le domande presentate saranno prese in considerazione in base agli stanziamenti residui delle risorse finanziarie stanziate nell’anno di riferimento.

Quindi, avendo presentato la domanda a maggio, la risposta dovrebbe arrivare, come tempo massimo previsto, entro il 31 dicembre. 

Per essere sempre aggiornati, seguiteci su: FacebookTwitterGnewsInstragram e WhatsApp al numero +39 3515397062


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Per una risposta dei nostri esperti scrivi a consulenze@notizieora.it
I nostri esperti risponderanno alle domande in base alla loro rilevanza e all'originalità del quesito, rispetto alle risposte già inserite in archivio.

Angelina Tortora

Giornalista pubblicista, amministratore e autrice presso Notizieora.it. Scrivere è passione, è vita, mi accompagna da quando ero bambina. Attraverso la scrittura posso comunicare notizie, idee e soprattutto aiutare gli altri. In un mondo dove tutto va all’incontrario, e dove tutto è confusione, il mio obiettivo è quello di diffondere notizie che aiutino. NotizieOra rappresenta la realizzazione di un sogno, dove esprimersi è libertà, è passione. “Solo attraverso la scrittura possiamo avere notizia di uomini che ci hanno preceduto e scoprire in cosa si sono distinti. E, come i classici insegnano, se si ha memoria di qualcuno, se ne protrae l’esistenza.”