Pensione quota 41 o quota 100: quale maggiore convenienza?

Meglio quota 41 o quota 100 per accedere alla pensione? Cerchiamo di capire.

La pensione quota 41 è riservata ai lavoratori precoci che appartengono anche a determinate categorie tutelate di lavoro, e permette l’accesso alla pensione con 41 anni di contributi. La quota 100, invece, accessibile a tutti richiede precisi requisiti reddituali ed anagrafici. Vediamo la convenienza di accesso ad entrambe le misure.

Pensione quota 41 o quota 100?

Un nostro lettore ci scrive:

Sono insegnante nato agosto 58 e 40 anni e 9 mesi di contributi al 31 agosto 2020,  invalidità al 100% rivedibile annualmente da 2 anni  (mi è scaduta luglio 2019 ma Inps mia regione è indietro x visita di controllo), quindi potrei aggiungere 4 mesi di contributi figurativi e raggiungere quota 41.
Volevo chiedere se oltre quota 100 avevo diritto a chiedere quota 41 e se, nel caso, avrei avuto dei vantaggi. 

Lei appartenendo al comparto scuola potrebbe accedere alla pensione con la quota 100 già da settembre, raggiungendo i requisiti contributivi richiesti entro il 31 dicembre 2020 in base all’articolo 59, comma 9 della legge n. 449/1997, che così recita: “Per il personale del comparto scuola resta fermo, ai fini dell’accesso al trattamento pensionistico, che la cessazione dal servizio ha effetto dalla data di inizio dell’anno scolastico e accademico, con decorrenza dalla stessa data del relativo trattamento economico nel caso di prevista maturazione del requisito entro il 31 dicembre dell’anno.”.

Nella scuola, però, è possibile accedere alla pensione il 1 settembre di ogni anno solo se si è presentata la domanda di cessazione dal servizio entro le date stabilite dal MIUR annualmente. Per il pensionamento 2020 la domanda andava presentata entro il 10 gennaio 2020. Per questo motivo, se non ha presentato domanda di cessazione entro tale data, pur essendo in possesso del requisiti contributivo che le da diritto all’accesso alla pensione dovrà attendere, per pensionarsi, il 1 settembre 2021 presentando domanda di cessazione dal servizio e domanda di pensione entro i termini che il MIUR stabilirà entro la fine dell’anno.

Per quanto riguarda la quota 100, invece, pur essendo ampiamente in possesso del requisiti contributivo di accesso non possiede i 62 anni minimi richiesti e li raggiungerà solo a misura scaduta.


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp
Per una risposta dei nostri esperti scrivi a consulenze@notizieora.it
I nostri esperti risponderanno alle domande in base alla loro rilevanza e all'originalità del quesito, rispetto alle risposte già inserite in archivio.

Patrizia Del Pidio

Giornalista pubblicista, oltre ad essere proprietaria e autrice presso Notizieora.it, collaboro da anni con la testata Orizzontescuola.it. Scrivere è da sempre la mia passione e farlo come professione è stata la realizzazione di un sogno. Esperta di fiscalità e pensioni mi piace rispondere ai quesiti che i miei lettori quotidianamente mi inviano per fare in modo che, nel mio piccolo, la burocrazia possa essere più facile e alla portata di tutti.