Pensione Quota 41 per lavoro gravoso camionista, come capire se la qualifica è giusta?

Pensione anticipata Quota 41 per lavoro gravoso come camionista, molte le criticità di questa misura, come capire se la qualifica è giusta?

I lavoratori che svolgono il lavoro come camionista rientrano nella Quota 41 se lavoratori precoci. Il campo è ristretto ad una determinata categoria di lavoratori, su quest’argomento, un lettore ci pone il seguente quesito: Buona sera, mi chiamo luca sono nato nel 1962 o iniziato a lavorare il 5 febbraio del 1978  avevo 16 anni sono un lavoratore precoce dal 2012 lavoro presso una società autotrasporti logistica con le mansioni autista guida mezzi pesanti camionista  tutt’ ora sono in forza lavorativa  vorrei sapere se faccio parte dei lavoratori gravosi e se posso andare in pensione con quota 41 dato che faccio parte dei lavoratori precoci più gravosi, sperando in una vostra risposta distinti saluti

Pensione Quota 41: categoria ISTAT – conduttore messi pesanti

I lavori gravosi come conduttori di mezzi pesanti e camion con il codice ISTAT  7.4.2.3.0 prevede le seguenti professioni:

  • autista di carroattrezzi
  • autotrasportatore
  • autotrasportatore merce
  • camionista
  • conducente di autobetoniera
  • conducente di autobotte
  • conducente di autocarro
  • conducente di autoinnaffiatrice
  • conducente di autotreno
  • conducente di innaffiatrice stradale
  • conducente di spazzaneve
  • conducente mezzi di raccolta dei rifiuti

Possono accedere alla Quota 41 i lavoratori precoci che hanno maturato un requisito di 41 anni di cui almeno un anno di contributi  utili versato prima del diciannovesimo anno di età. Inoltre, bisogna trovarsi nelle categorie di tutela, tra queste rientrano i lavoratori che svolgono lavori gravosi.

Quindi, in risposta al nostro lettore, lei può accedere alla pensione Quota 41 con 41 anni di contributi, indipendente dall’età anagrafica, in quanto lavoratore precoce che svolge un lavoro che rientra nelle mansioni gravose.

Viste le molteplici criticità della classifica del lavoro gravoso, le consiglio di far controllare il suo contratto e la sua busta paga da un consulente del lavoro e verificare se la categoria e la mansione svolta rientra nel codice ISTAT sopra menzionato. Questo, per non avere spiacevoli sorprese all’atto della compilazione del modello Ap116 da parte del datore di lavoro.

Per essere sempre aggiornati, seguiteci su: Facebook – Twitter – Gnews – Instragram 


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp
Per una risposta dei nostri esperti scrivi a consulenze@notizieora.it
I nostri esperti risponderanno alle domande in base alla loro rilevanza e all'originalità del quesito, rispetto alle risposte già inserite in archivio.

Angelina Tortora

Giornalista pubblicista, amministratore e autrice presso Notizieora.it. Ragioniera commercialista e revisore legale iscritta all'albo. Ha collaborato per molti anni con il Caf Tutela Fiscale e con la testata Investireoggi.it area Fisco e previdenza. Scrivere è passione, è vita, mi accompagna da quando ero bambina. Attraverso la scrittura posso comunicare notizie, idee e soprattutto aiutare gli altri. In un mondo dove tutto va all’incontrario, e dove tutto è confusione, il mio obiettivo è quello di diffondere notizie che aiutino. NotizieOra rappresenta la realizzazione di un sogno, dove esprimersi è libertà, è passione. “Solo attraverso la scrittura possiamo avere notizia di uomini che ci hanno preceduto e scoprire in cosa si sono distinti. E, come i classici insegnano, se si ha memoria di qualcuno, se ne protrae l’esistenza.”