Pensione: riscatto contributi per invalidità, domanda e requisiti

Contributi figurativi e pensione, la domanda quando deve essere fatta per ricevere l’accredito? Ecco quando e come ottenere la maggiorazione contributiva.

Il lavoratore con invalidità è tutelato nel mondo del lavoro con varie agevolazioni, tra cui anche la maggiorazione contributiva utile per la pensione. La maggiorazione contributiva si configura in contributivi figurativi e l’accredito avviene solo su richiesta del lavoratore con disabilità superiore al 74%. Ma quando bisogna fare domanda? Oggi rispondiamo a questa domanda in base al quesito di un lettore. 

Per restare aggiornato su tutti gli aggiornamenti sulla riforma pensione, consulta la nostra rubrica dedicata: pensioni news

Pensione e riscatto contributi per invalidità

Sono un in valido che  dal novembre 1984 in forza sempre con la stessa ditta dal mese di aprile 2009 con invalidità 80 per cento. La mia domanda è  quando posso andare in pensione riscattando i contributi figurativi dal 2009.

I lavoratori con invalidità hanno diritto alla maggiorazione contributiva, introdotta dal 1° gennaio 2002 per i lavoratori con una percentuale invalidante superiore al 74% , per i lavoratori ciechi o sordi, coloro che rientrano nelle pensioni di guerra. 

La maggiorazione contributiva consiste in due mesi in più per ogni anno lavorato per un massimo di cinque anni in totale per tutta la carriera lavorativa. 

La maggiorazione contributiva, consiste in contributi figurativi validi a tutti gli effetti sia per il diritto che per la misura della pensione. 

I contributi figurativi per la maggiorazione contributiva non sono riconosciuti in automatico, ma l’interessato deve fare domanda al momento della domanda di pensionamento oppure del supplemento pensionistico. 

Nello specifico sono riconosciuti i seguenti periodi:

  • due mesi per ogni anno di lavoro prestato fino ad un tetto di cinque anni;
  • 1/6 per ogni settimana lavorata per periodi inferiori all’anno. 

Lei può fare domanda di pensione e domanda dell’accredito dei contributi figurativi maturati dal momento dell’invalidità. Possono accedere alla pensione di invalidità  i lavoratori invalidi con una percentuale superiore all’80% e con 61 anni di età e un minimo di 20 anni di contributi. La pensione viene riconosciuta solo dopo la valutazione della Commissione medica Inps. 

Per approfondire l’argomento consiglio di leggere: Pensione di invalidità: assegno, requisiti e domanda


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp
Per una risposta dei nostri esperti scrivi a consulenze@notizieora.it
I nostri esperti risponderanno alle domande in base alla loro rilevanza e all'originalità del quesito, rispetto alle risposte già inserite in archivio.

Angelina Tortora

Giornalista pubblicista, amministratore e autrice presso Notizieora.it. Ragioniera commercialista e revisore legale iscritta all'albo. Ha collaborato per molti anni con il Caf Tutela Fiscale e con la testata Investireoggi.it area Fisco e previdenza. Scrivere è passione, è vita, mi accompagna da quando ero bambina. Attraverso la scrittura posso comunicare notizie, idee e soprattutto aiutare gli altri. In un mondo dove tutto va all’incontrario, e dove tutto è confusione, il mio obiettivo è quello di diffondere notizie che aiutino. NotizieOra rappresenta la realizzazione di un sogno, dove esprimersi è libertà, è passione. “Solo attraverso la scrittura possiamo avere notizia di uomini che ci hanno preceduto e scoprire in cosa si sono distinti. E, come i classici insegnano, se si ha memoria di qualcuno, se ne protrae l’esistenza.”