Pensioni anticipate Fornero 2019: senza lo scatto dei 5 mesi ma con finestre

Niente aumento dei 5 mesi per adeguamento alla speranza di vita Istat per accedere alla pensione anticipata e alla quota 41, lo dice Durigon.

Il sottosegretario al Lavoro Claudio Durigon afferma che lo scatto di 5 mesi per l’aspettativa di vita previsto dal 1 gennaio 2019 non ci sarà per le pensioni anticipate e che si potrà accedere alla pensione anticipata indipendentemente dall’età con 42 anni e 10 mesi di contributi per gli uomini e 41 anni e 10 mesi di contributi per le donne.

Potrebbero essere, però, previste, così come accade per i precoci, finestre di uscita trimestrali rendendo di fatto il vantaggio per molti lavoratori di soli due mesi: in molti casi, infatti, l’uscita sarà a 43 anni e 1 mese per gli uomini e 42 anni e 1 mese per le donne.

Per la quota 41 dei precoci resta, invece, il requisito contributivo dei 41 anni e anche in questo caso non si subirà l’aumento dei 5 mesi per adeguamento all’aspettativa di vita Istat, con l’aggiunta anche per questo tipo di pensionamento di finestre trimestrali.


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp

Redazione NotizieOra

Articoli redatti dai nostri esperti di Fisco, diritto ed economia.